notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

La bandiera italiana, verde bianco e rosso. Era il 7 gennaio del 1797, qualche anno dopo lo scoppio della rivoluzione francese, quando comparve per la prima volta il vessillo che poi è diventata la nostra bandiera nazionale. E che nel 1996, in occasione del suo bicentenario, si è stabilito, con la legge 761 del 31 dicembre di quell’anno, di celebrare in questa giornata. Oggi quindi si ricorda la bandiera italiana, in un momento non facile per il nostro Paese e in cui si sente maggiormente la necessità di essere tutti uniti sotto uno stesso simbolo. Quello della bandiera è particolarmente significativo, perché visivamente importante in tutte le occasioni che hanno visto al centro l’Italia e gli italiani. Non solo quelle istituzionali.

Tricolore - la bandiera italiana

L’Ansi, Associazione Nazionale Sottoufficiali Italiani, ha invitato tutti i cittadini ad esporre il Tricolore sui balconi e le finestre. Per dare un segno concreto dell’unità della Nazione. Particolarmente in un momento difficile come quello che stiamo tutti vivendo. Che questo senso di unità e di condivisione sia percepito dagli italiani soprattutto nei momenti difficili, lo si era ben colto durante il lockdown della scorsa primavera. Quando gli italiani avevano inondato le facciate dei palazzi e delle case di tanti, tantissimi Tricolori.

Nasce a Reggio Emilia come simbolo della Repubblica Cispadana

Le celebrazioni principali per questa giornata sono in programma a Reggio Emilia, dove la bandiera è nata ed è stata adottata ufficialmente da uno Stato italiano sovrano, all’epoca la Repubblica Cispadana. Ci aveva pensato un costituzionalista, giornalista, letterato di Lugo di Romagna, Giuseppe Compagnoni.

Tricolore - Giuseppe Compagnoni

Passando per la Repubblica italiana di epoca napoleonica e il successivo Regno d’Italia, il Tricolore era poi diventato il simbolo per eccellenza del Risorgimento. Sventolava sulle barricate durante i moti risorgimentali che portarono all’unità nazionale. Nel 1861 divenne la bandiera del Paese unito nel Regno d’Italia. Si dovette attendere però quasi un secolo per arrivare al suo riconoscimento ufficiale con un decreto del Presidente del Consiglio. Era il 19 luglio del 1946 quando il tricolore divenne ufficialmente la bandiera della neonata Repubblica Italiana. “La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni”. Così l’ articolo 12 della Costituzione ratifica il simbolo il 24 marzo del 1947.

tricolore italiano

Questa la storia. Perché verde bianco e rosso? L’interpretazione più diffusa vuole che il verde rappresenti quello delle valli, il bianco la neve delle nostre montagne, il rosso il colore del sangue dei martiri che hanno combattuto per l’unità d’Italia. Ma anche, in una interpretazione più strettamente religiosa, la fede, la speranza e la carità, le tre virtù teologali. Se la bandiera viene esposta orizzontalmente, il verde deve essere necessariamente il primo a sinistra. Se invece si pone verticalmente, il verde sta in alto ed è seguito dal bianco e dal rosso.

Il Coronavirus ci ha messo del suo anche in questo anniversario. Tutte le celebrazioni si sono tenute in forma ridotta e ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza. A Reggio Emilia, che ha dato i natali alla nostra bandiera, questa mattina si è svolto l’alzabandiera. Si sono alzate quella italiana ma anche quella europea, con gli onori militari e l’esecuzione degli inni nazionale ed europeo.

L’emozione dell’Assemblea Costituente quando approvò il Tricolore

“Il Tricolore simbolo dell’identità nazionale anche nella pandemia”, così oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Simbolo di coesione e anche di emozione. Curiosando nel sito della Presidenza della Repubblica, sotto la voce Tricolore, si legge che quando l’Assemblea Costituente confermò la foggia della nuova bandiera inserita nell’articolo 12 della Costituzione, ci fu un momento di grande emozione. Così viene riportato. “PRESIDENTE [Ruini] – Pongo ai voti la nuova formula proposta dalla Commissione: “La bandiera della repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a bande verticali e di eguali dimensioni”. (E’ approvata. L’Assemblea e il pubblico delle tribune si levano in piedi. Vivissimi, generali, prolungati applausi.).

Oggi festa del Tricolore, la bandiera italiana compie 224 anni ultima modifica: 2021-01-07T16:15:41+01:00 da Cristina Campolonghi

Commenti