Il gelato è l’alimento più ghiotto dell’Estate ma è ricco di nutrienti

Oltre a soddisfare il palato ed a regalare ristoro nelle giornate più calde, il gelato è anche una miscela di varie sostanze, molte dotate di buon valore nutritivo.

Tutto il buono del gelato

In genere gli ingredienti del gelato sono latte, uova, zucchero, caffè, cacao, frutta ed aromi naturali. Essi ne fanno un alimento prezioso. In particolare, le proteine che contiene sono ad alto valore biologico, ricche di amminoacidi essenziali. Oltre che facilmente digeribili ed assimilabili.

I grassi sono di qualità, provenienti in gran parte dal latte. Mentre gli zuccheri, lattosio e saccarosio, presenti con un contenuto totale intorno al 20-25 per cento, sono a rapido assorbimento. Ed inoltre a pronta disponibilità energetica. Proprietà importante per bambini, anziani e sportivi. Se vengono aggiunte cialde o biscotti, la componente nutrizionale si arricchisce del contributo energetico che deriva dall’amido di questi alimenti. Buono è anche l’apporto di vitamine A e B2, calcio e fosforo dovuto alla presenza del latte.

Il gelato: sostituto del pasto

Dal punto di vista della produzione, questo prezioso alimento può essere industriale o artigianale. Sul primo le informazioni nutrizionali sono facilmente reperibili sulle confezioni. Più difficile è stimare l’apporto calorico ed il valore nutrizionale dei gelati artigianali, preparati con ricette variabili da prodotto a prodotto.

In linea di massima, le calorie vanno dalle 140 alle 300 per etto. I meno calorici sono i gelati alla frutta, che rappresentano la scelta ideale di fine pasto o la merenda adatta ai bambini con tendenza al sovrappeso.

Proprio per la sua equilibrata composizione, esso assume un importante ruolo nutrizionale anche per chi è costretto a consumare i pasti fuori casa, magari abbinandolo ad un frutto. Ottimo anche per bambini inappetenti.

Il gelato: sicurezza garantita

Tutto il buono del gelato

Grazie alla sua consistenza soffice e cremosa, il gelato è un’ottima soluzione anche per chi ha problemi nella masticazione come le persone anziane. Esse spesso presentano un quadro di malnutrizione senile, con carenza di principi alimentari essenziali.

Ed è perfetto anche per coloro che si sono sottoposti ad interventi chirurgici del cavo orale. Ma non solo. Persino i diabetici possono mangiare il gelato, anche se in piccole porzioni e possibilmente a fine pasto. In modo tale da modulare e rendere più lento l’assorbimento degli zuccheri semplici.

In tale caso, così come per le persone obese, il gelato deve essere a completamento della quota calorica giornaliera in modo tale da non alterare il rapporto tra proteine, grassi e zuccheri.

Quanto alla “sicurezza”, grazie alla sterilizzazione del latte e degli altri ingredienti utilizzati nella sua preparazione, in aggiunta ai progressi tecnologici che riducono al minimo le manipolazioni, il gelato può essere considerato un alimento del tutto sicuro e privo di contaminazioni batteriche.

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Il gelato: un alleato della salute ultima modifica: 2017-05-29T06:53:36+00:00 da Rossana Nardacci

Commenti