notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Halloween è una festa molto antica le cui origini affondano in Irlanda, nel capodanno celtico. I celti, che erano prevalentemente un popolo di pastori, usavano festeggiare il primo dell’anno all’inizio di novembre, quando terminava la stagione calda e cominciava quella invernale, fredda e buia. Questo passaggio dall’estate all’inverno veniva celebrato con lunghi festeggiamenti ed era denominato Samhain.

Le origini celtiche della festa

Halloween, quindi, a differenza di ciò che abitualmente si pensa non è una festa nata in America, ma in Europa. Durante il Samhain, i celti potevano finalmente riposarsi e ringraziare gli Dei perché i frutti dei campi erano stati raccolti e le scorte per affrontare l’inverno erano pronte. Il tema principale della festa era la morte. I Celti credevano che alla vigilia della festa, Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti permettendo loro di vagare indisturbati sulla Terra.

Halloween, candele

La notte del 31 ottobre, indossando maschere grottesche, i celti si radunavano nei boschi dove aveva luogo la cerimonia dell’accensione del fuoco sacro e si sacrificavano animali. Poi tornavano al villaggio illuminando il percorso con delle lanterne. Queste erano realizzate intagliando cipolle al cui interno deponevano le braci del fuoco. In Irlanda si diffuse l’usanza di accendere torce e fiaccole fuori dagli usci e di lasciare cibo e latte per le anime dei defunti che avrebbero fatto visita ai propri familiari, affinché decidessero di non fare scherzi ai viventi.

Dall’Irlanda in America

Con l’avvento del Cristianesimo e l’evangelizzazione delle Isole Britanniche, la Chiesa tentò di sradicare i culti pagani. Halloween non fu cancellata del tutto, ma fu in qualche modo cristianizzata. Fu istituito il giorno di Ognissanti il 1 novembre e, in seguito, la commemorazione dei defunti il 2 novembre. Verso la metà del XIX secolo, l’Irlanda visse un periodo di carestia, durante il quale, per sfuggire alla povertà, molti decisero di emigrare negli Stati Uniti. Qui continuarono a mantenere vive le tradizioni e a festeggiare Halloween il 31 ottobre. Ben presto, questa usanza si diffuse in tutta l’America, assumendo forme macabre e commerciali.

Halloween, lanterna

La zucca lanterna

Il termine Halloween deriva da All Hallows’ Eve, che in inglese arcaico vuol dire “notte di tutti gli spiriti sacri”, quindi la vigilia di tutti i santi. Halloween si festeggia ormai in diverse parti del mondo la sera del 31 ottobre. Fra le tradizioni legate a questa festa rientra quella delle zucche svuotate, intagliate in modo da formarvi una faccia e poi trasformate in lanterne, ponendovi dentro una candela. Esse vengono lasciate fuori dalle porte delle case o poste dietro ai vetri delle finestre per tenere lontani gli spiriti maligni. Furono gli irlandesi a portare in America la tradizione di quella che secondo una leggenda prese il nome di Jack O’ Lantern. Inizialmente, queste lanterne erano realizzate con grandi rape e barbabietole.

Strega

Dolcetto o scherzetto?

Ad Halloween è associata anche l’usanza del “dolcetto o scherzetto” (trick or treak in inglese), nata in Inghilterra, che ha per protagonisti i bambini. Questi vanno di porta in porta a suonare il campanello urlando “Dolcetto o scherzetto?”, per cercare caramelle, cioccolatini, leccalecca, biscotti. I più piccoli, divertiti da questo gioco, si travestono di fantasmini, animali, scheletri, streghette. Questa usanza si fa risalire al medioevo, quando contadini e mendicanti bussavano alle porte per ricevere in dono aiuti per passare l’inverno offrendo in cambio preghiere per le anime dei defunti.

Happy Halloween

Divertimento assicurato

Halloween è la festa più paurosa dell’anno, ormai molto attesa soprattutto dai più piccoli. E’ il momento perfetto per divertirsi giocando e scherzando. Ma è anche un’occasione per decorare casa in maniera originale e divertente o per preparare alcune speciali pietanze. In Irlanda, ad esempio, di prepara la barnbrack, una torta di frutta con all’interno un tocco di muschio avvolto che, si dice, può prevedere il futuro di chi l’assaggia. In America, invece, il dolce tipico di questa festa è la mela caramellata. Negli anni, questa ricorrenza, grazie alla spinta commerciale, è diventata un’occasione per festeggiare anche con amici nei locali. Insomma, un’occasione da vivere con leggerezza, allegria e tanto divertimento. E voi, siete pronti a festeggiare la notte più paurosa dell’anno?

È Halloween, si festeggia la notte delle streghe ultima modifica: 2021-10-31T12:30:00+01:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x