notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Sarà il premio Oscar Nicola Piovani a “ridare luce” al Teatro greco di Siracusa. Debutta venerdì sera, 10 luglio, il progetto pensato dalla Fondazione Inda, per far ripartire il teatro ai tempi del Covid 19. Rinviata al prossimo anno la stagione di rappresentazioni classiche in programma per questo 2020. Ideata, invece, la rassegna “Inda per voci sole” dove tutto cambia ma la magia del teatro resta sempre la stessa. E infatti da venerdì al teatro greco non ci potranno essere i numeri di un tempo, i circa 5 mila spettatori che in passato hanno assistito alle rappresentazioni.

Il nuovo allestimento a Siracusa per Inda per voci sole
Gli spettatori saranno seduti sul palco

Ma solo 480 saranno i posti. Con la novità che gli spettatori siederanno sul palcoscenico mentre la cavea servirà da scenografia. Tutti gli spettacoli saranno in prima assoluta con gli artisti che si misureranno con la tradizione classica, attraverso testi ispirati alle figure del teatro antico, e rielaborati da autori del Novecento.

“Inda per voci sole”, un progetto con grandi nomi del teatro italiano: l’apertura con Piovani

Il debutto sarà quindi con il maestro Nicola Piovani che presenterà in prima mondiale, dalle 20,30, la riscrittura di “L’Isola della Luce”. È una cantata per soli, coro e orchestra, su versi di Vincenzo Cerami: il tema è quello della nascita di Apollo portatore di luce. In replica sabato sera. Piovani dirigerà 20 strumentisti e 12 coristi.  Lo spettacolo è prodotto dall’Inda, in collaborazione con il Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania e ripreso dalla Rai. Di scena ci saranno Tosca, Massimo Popolizio e il soprano Maria Rita Combattelli.

Le altre “voci sole” che risuoneranno sull’antica cavea

Il progetto “Inda per voci sole” continuerà venerdì 17 luglio con l’attrice Lunetta Savino di scena con “Da Medea a Medea” da Euripide, traduzione e adattamento di Margherita Rubino e Antonio Tarantino. Le musiche saranno eseguite dal vivo dalla compositrice e pianista Rita Marcotulli. La cura registica è di Fabrizio Arcuri.

L'attrice Lunetta Savino sarà in Inda per voci sole
Il dramma di Medea interpretato da Lunetta Savino

E ancora il 25 luglio Lella Costa con “La vedova Socrate” per la regia di Stefania Bonfadelli, un omaggio a Franca Valeri che il 31 luglio compie 100 anni e che ha scritto, diretto e interpretato la sua pièce sin dal 2003. Presenterà al teatro greco “Aiace” di Ghiannis Ritsos, Luigi Lo Cascio, sabato 1 agosto. Le musiche dal vivo di G.U.P. Alcaro. I drammi di Fedra, Antigone, Clitemnestra e Lena saranno interpretati sabato 8 agosto da Laura Morante dal testo “Fuochi” di Marguerite Yourcenar. Ad accompagnarla saranno i musicisti Rodrigo D’Erasmo (Afterhours) e Roberto Angelini. La cura registica è di Fabrizio Arcuri.

La cantante Tosca in Inda per voci sole
Nello spettacolo di Piovani ci sarà anche Tosca

Di scena, poi, il 22 agosto, Isabella Ragonese con “Crisotemi” da Ghiannis Ritsos, in un dialogo con le musiche dal vivo di Teho Teardo, con al violoncello Giovanna Famulari e Laura Bisceglia. La cura registica è di Fabrizio Arcuri. A chiudere il progetto “Inda per voci sole” sarà il 30 agosto l’artista Mircea Cantor, Premio Duchamp 2011, in “The Sound of my Body is the Memory of my Presence”. È un performance site specific con la partecipazione degli allievi dell’Accademia del Dramma Antico, un rituale a forte impatto simbolico per celebrare il ritorno alla vita.

La chiusura del progetto e la consegna dell’Eschilo d’oro

Dopo la performance di Mircea Cantor Lucia Lavia, Anna Della Rosa e Galatea Ranzi annunceranno la prossima stagione. In programma alcuni brani tratti da “Baccanti”, “Ifigenia in Tauride” e “Le Nuvole”, i tre spettacoli che in un primo momento erano in programma quest’anno. La serata comprenderà anche la partecipazione straordinaria in video di Piera Degli Esposti. Infine la consegna a Eva Cantarella del Premio Eschilo d’oro alla carriera.

Mircea per Inda per voci sole
La preparazione dello spettacolo di Mircea al teatro greco

Gli spettacoli saranno in diretta streaming gratuita

Per fronteggiare questo periodo di emergenza il progetto dell’Inda assume anche un valore simbolico: la possibilità di far riscoprire la magia del teatro a tutti quelli che lo amano. Ma dato che saranno in pochi a poter accedere al teatro è stato fatto un accordo di partenariato digitale con TIM: si potranno seguire gratuitamente in tutto il mondo in streaming, sia diretta sia in differita nei sette giorni successivi alla recita. Basterà collegarsi sul sito www.indafondazione.org. Inoltre per sostenere l’Inda in questo anno difficile si potrà fare una donazione di 1000 euro, diventando Mecenate 2020. Così si potrà assistere agli spettacoli o regalare il biglietto a un altro spettatore.

Le fotografie sono state concesse dall’Ufficio stampa della Fondazione Inda

Riapre lo storico teatro di Siracusa, ecco con quali spettacoli ultima modifica: 2020-07-08T17:00:00+02:00 da Federica Puglisi

Commenti