notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Quello degli scacchi non è uno sport per anziani, anzi. E’ rivolto ai giovani e i risultati raggiunti da questa giovanissima campionessa ne sono una testimonianza. Tea Gueci è la palermitana che nel 2012 a soli 12 anni ha battuto un record vincendo il Campionato italiano femminile assoluto di scacchi. Traguardo che le ha permesso di stare ben salda nell’Olimpo dei grandi campioni di questa disciplina. Una passione, quella per gli scacchi iniziata da piccola quasi per gioco. Ma che adesso è diventata tutta la sua vita. Un lavoro ma soprattutto una passione che le dà felicità. Abbiamo intervistato questa giovane campionessa, che oggi ha 21 anni, per conoscere qualcosa di più di questa vulcanica donna siciliana, che sta conquistando grandi successi in uno sport tutto da scoprire.

Tea Gueci
La giovane campionessa durante una gara

Quando è nata la tua passione per gli scacchi?

Questa passione per gli scacchi è nata grazie a mio padre, grande appassionato, che ha insegnato a me e a mia sorella, di due anni più grande, questo sport. Avevo sei anni era estate e tutto è iniziato per gioco. Poi nel mese di settembre ci siamo iscritti ad un Circolo palermitano e da lì è iniziato tutto. Infatti da giovanissima ho vinto diversi titoli italiani giovanili. Sono poi entrata nella Nazionale italiana femminile. Ho gareggiato alle Olimpiadi di Tromso nel 2014 e nei Campionati europei a squadre del 2013, 2017 e 2019 a Varsavia e Hersonissos e Batumi. Tra i piazzamenti più importanti il settimo posto nell’under 12 del 2011 in Brasile e il quinto posto nell’under 18 a Mamaia nel 2017.

Tea Gueci giovanissima
Una delle gare disputate da piccola

Tea Gueci, hai un record attualmente imbattuto?

Un grandissimo risultato l’ho raggiunto all’età di 12 anni. Infatti nel 2012 ho battuto un record vincendo il Campionato Italiano Femminile Assoluto. E poi oltre alle partecipazioni ai mondiali ho vinto la medaglia d’argento, sempre con la Nazionale, alla Mitropa Cup nel 2016 e la medaglia di bronzo alla Mitropa Cupnel 2018. Inoltre dal 2019 sono WIM, Woman international master. Una passione che potrebbe essere maggiormente diffusa tra i giovani. Ed è questo il mio impegno: far diventare il gioco degli scacchi uno sport amato da tutti e dai giovani soprattutto. Infatti per adesso l’Italia non è tra i paesi più forti al mondo. La Russia lo è per tradizione, come l’America che è molto forte. E poi ci sono Paesi come la Cina e l’India che hanno nuovi campioni.

Tea Gueci scacchi
La campionessa da qualche anno vive a Bergamo

Oltre agli scacchi cosa fai?

Oggi mi divido tra l’attività di giocatrice e quella di insegnante. Infatti sono anche istruttore capo della FSI. Dopo il diploma al liceo scientifico Cannizzaro di Palermo, mi sono trasferita a Bergamo. Dove vivo ma torno spesso in Sicilia. Anche perché sin dal liceo ho seguito il programma di studente-atleta di alto livello. E sto continuando a studiare all’università palermitana in Statistica per l’Analisi dei Dati.  E poi faccio allenamenti e realizzo video di corsi di scacchi. Ho anche aperto un mio canale su Twitch e Instagram dove realizzo dirette per insegnare questo sport e farlo conoscere.

tea gueci
Tea Gueci si è anche iscritta all’università a Palermo

Come vedi il tuo futuro?

La pandemia e il periodo di lockdown sono stati difficili. Ma non mi sono mai fermata. La mia è una vita molto itinerante ma amo la mia terra e quando posso torno a Palermo. Sul mio futuro non ho ancora le idee chiare. E’ un mondo in evoluzione. Mi piacerebbe essere il numero uno. Per adesso ho il titolo di Woman international master, ma è appunto un titolo femminile. E’ differente dal titolo assoluto e chissà magari un giorno arriverà. Però già mi basta pensare di essere un maestro internazionale. Ciò di cui sono sicura è che voglio continuare a giocare a scacchi. Anche se devo dire mi piace fare l’allenatrice.

Quale il tuo messaggio per i giovani?

Oggi è veramente difficile andare avanti con una passione. Mi ritengo fortunata ma so che non è facile. Bisogna però perseverare e impegnarsi per lavorare e non abbattersi. Tante volte mi sono scoraggiata, ma non mi sono mai fermata. Se si ha una passione devi perseguirla, studiando. Quello degli scacchi non è un gioco per anziani. Anzi è bello non è noioso. Tutti possono imparare.

La campionessa di scacchi
Detiene il record al Campionato italiano femminile assoluto di scacchi

E allora perché non seguire i suoi consigli e iniziare a conoscere i segreti di questo sport? L’esperienza di Tea dimostra che sin da giovani si possono raggiungere grandi traguardi. Anche restando in Italia.

Intervista a Tea Gueci, la Regina palermitana degli scacchi ultima modifica: 2021-04-18T13:01:36+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x