notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

La cascata di Isola del Liri è estremamente rappresentativa della città frusinate. Si tratta di una città unica in Italia, caratterizzata proprio da una cascata naturale nel centro abitato.

La cascata di Isola del Liri

La cascata di Isola è un posto suggestivo, che vale davvero la pena visitare. È uno dei luoghi più affascinanti in un itinerario ciociaro, alla scoperta dei luoghi più interessanti del Lazio. In questa piccola cittadina, il fiume Liri crea uno scenario naturale, formando una vera e propria isola.

Isola del Liri in visione notturna

Il turista può vedere la Cascata Grande, o Verticale, che quando è in piena ha una portata prorompente, e la cascata del Valcatoio, di ventisette metri. Ciò è possibile perché il fiume si divide in due bracci dove è ubicato strategicamente il castello Boncompagni Viscogliosi, dando vita a due salti naturali. Il braccio sinistro sfocia nella cascata Grande, imponente e molto più scenografica, rispetto alla cascata che si forma dal braccio destro. La cascata del Valcatoio è meno spettacolare perché le acque sono captate per alimentare un impianto di produzione elettrica; il salto non è perfettamente verticale, ma segue un’inclinazione. 

Le cartiere del Liri

Il fiume che proviene e scende sinuoso dalla piana di Sora, crea una sorta di isola al centro della città nota per le acque. Il centro storico di Isola del Liri è uno dei luoghi più fotografati della zona circostante, e vale davvero la pena ammirarlo al tramonto; quando i colori e le luci formano uno spettacolo indescrivibile sulle acque. Per via della ricchezza di acque, in questo territoriosorgevano centrali elettriche e cartiere che hanno lasciato una traccia di archeologia moderna. Di recente è stata anche riportata alla luce un’antica cartiera Béranger-Coste, sede ideale del “Museo della Civiltà della Carta e delle Telecomunicazioni”. Rivivere e riscoprire quella che è stata un’importante tradizione cartaria di Isola del Liri, significa toccare la storia del territorio ciociaro. Suggestiva e piacevole è una passeggiata verso il Parco Fluviale.

castello Boncompagni
Luigi Rosa L’utente che ha caricato in origine il file è stato Mac9 di Wikipedia in italiano Licenza CC BY-SA 2.0

La cascata di Isola al Louvre

Con una piacevole camminata da Corso Roma arrivando al Parco Fluviale, tra i resti di antiche macchine della carta; fino si guadagnare un passo dopo l’altro alla Cascata del Valcatoio. Una giornata è più che sufficiente per ammirare questa cittadina ciociara che si trova tra Sora e a due passi dal confine abruzzese. Ristoranti caratteristici possono rendere molto piacevole la permanenza con la tipica cucina ciociara. Anche molti artisti si sono intrattenuti in queste zone, dipingendo la famosa cascata, come Philipp Hackert ad esempio, che la dipinse tornando dall’Abruzzo. Oppure I. Bidault, il cui dipinto raffigurante Isola del Liri, è esposto nel Museo del Louvre a Parigi. A Isola del Liri si può visitare il Castello Boncompagni Viscogliosi, che era una fortezza medievale, che anticamente dominava tutta la piana. Il castello un tempo proteggeva la vallata, e oggi mostra bellissimi affreschi, mostrando uno splendido parco.

Come raggiungere Isola del Liri

Molto suggestiva è la torre della fortezza che risale al quattrocento. Il castello è privato ed è visitabile solo in alcune occasioni particolari. Perché poi non fare una visita alla Chiesa di Santa Maria della Forma, alla Chiesa della Madonna delle Grazie, alla collegiata di San Lorenzo Martire. Per raggiungere Isola del Liri basta prendere un bus con partenza da Roma Anagnina dirette a Sora, oppure prendere il treno per Frosinone. Dal capoluogo ciociaro si può prendere un bus per Sora. Esiste anche la ferrovia Avezzano-Roccasecca, partendo da Roma Termini, cambiando a Roccasecca. La stazione si trova a Isola Superiore, non Isola Inferiore. Chi viaggia in auto e parte da Roma, può prendere l’autostrada A1, uscita Frosinone. Si può imboccare la S.S. dei Monti Lepini verso Sora e, dopo aver percorso la superstrada Frosinone-Sora, uscire a Isola del Liri Ovest.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
La cascata di Isola del Liri, un’incanto da visitare ultima modifica: 2019-11-06T17:46:47+01:00 da Simona Aiuti

Commenti