Talento e crowdfunding coronano il sogno americano di Lidia Caricasole

«Ho cominciato a ballare quando avevo cinque anni, ma a quel tempo non immaginavo sarei arrivata così lontano.»

È così che si descrive Lidia Caricasole, ballerina italiana ammessa alla prestigiosa scuola di danza Juilliard, di New York.

E difatti ne ha fatta di strada.

Il suo percorso

Giovanissima e promettente ballerina veronese di appena 20 anni, inizia ad inseguire il sogno di diventare una professionista muovendo i primi passi nella Vic Ballet Academy di Verona.

Era il 2008.

Tra le mura di quella scuola Lidia Caricasole segue i corsi di danza classica, sulle punte, contemporanea e neo-jazz perfezionando e migliorando le sue innate abilità.

Spinta dalla sua insegnante di danza, nel 2013 si prepara per tentare l’ammissione per il corso estivo alla Juilliard School di New York City.

Due anni di duro lavoro, divisa tra le ore da dedicare allo studio e alle prove, le permettono, nel 2015, di raggiungere il punto di svolta: anche lei è una delle 22 ragazze che frequentano le 3 settimane di corso della prestigiosa scuola newyorchese!

Lidia Caricasole, Instagram
Lidia Caricasole, Instagram

L’entusiasmo, l’impegno e gli ottimi risultati raggiunti grazie alle correzioni tecniche ricevute, la spingono, un anno più tardi, a fare domanda per poter frequentare il corso universitario di questa scuola, della durata di quattro anni.

A febbraio 2015 il provino nella Grande Mela e l’esito, impietoso: è una delle 7 ballerine inserite in lista d’attesa.

La demoralizzazione iniziale è ben presto sostituita da una grinta ed una tenacia tali da convincerla a rincorrere il suo sogno con tutte le sue forze.

Da quel momento, infatti, il suo unico obiettivo è studiare a fondo e passare un intero anno a migliorare, colmando le sue lacune.

C’era da affrontare un’altra audizione ed in palio c’era l’ammissione al corso, questa volta senza riserve.

Nel febbraio 2017 torna a New York per sostenere il provino e, dopo tre settimane, riceve la telefonata tanto attesa: è una delle 12 ragazze ammesse alla Juilliard School!

Ma c’è di più, Lidia Caricasole è l’unica ballerina non americana della scuola!

Il crowdfunding

Essere ammesse alla Juilliard di New York aveva, però, un’altra faccia della medaglia: la retta annuale.

Ed ecco perché Lidia Caricasole decide di rivolgersi al web.

Con una piattaforma di fundraising, Generosity.com, avvia, così, la raccolta di fondi dal titolo “Lidia dreams Juilliard!”.

Lo scopo è di coprire interamente la retta del primo anno. Nonostante la borsa di studio, i sacrifici della sua famiglia e i suoi risparmi, infatti, mancava ancora un importo di $12.254.

Lidia Caricasole, Generosity.com
Lidia Caricasole, Generosity.com

La generosità dimostrata dal pubblico è stata incredibile e in appena un mese raccolse la somma di $12.269!

La vita a New York

Dallo scorso agosto Lidia Caricasole è a New York, a vivere il suo sogno tra i corridoi del Lincoln Center.

Ogni giorno segue seminari di teoria della musica o della scrittura, lezioni di danza classica e moderna, laboratori coreografici, lezioni accademiche, e non solo. La prestigiosa scuola fornisce, infatti, una formazione a tutto campo, formando delle figure professioniste complete.

L’impegno per Lidia è e dovrà essere totale, ma lei lo ha già messo in conto:

«Se vuoi ballare ai massimi livelli, l’impegno che ci metti non è mai abbastanza»

In bocca al lupo, Lidia!

Sabrina Furia

Autore: Sabrina Furia

Divoratrice di libri, viaggiatrice seriale e ottimista senza speranza.
Appassionata di tutto quello che riguarda il mondo dei social media, della SEO e del content & copywriting. Amante della scrittura, della fotografia e della natura… dove mi lasci non mi trovi!

Lidia Caricasole, la ballerina italiana alla Juilliard di New York ultima modifica: 2018-03-23T09:30:52+00:00 da Sabrina Furia

Commenti