Arte, eccellenze e sorprese negli itinerari della fede in Liguria

Cammini senza tempo, fra monasteri, santuari, oasi di pace in cui ritrovare un contatto con la spiritualità. Non serve andare lontano. Siamo in Liguria, lungo le Vie del Sacro.

Liguria: tappa di soggiorni legati alla fede ed alla scoperta delle eccellenze del territorio

Liguria, lungo le Vie del Sacro. Percorsi disseminati di luoghi di culto, in passato meta di pellegrinaggi. Oggi tappa di soggiorni legati sia alla fede che alla scoperta delle eccellenze del territorio.
Incastonata nel Parco Naturale di Portofino, a Camogli, in provincia di Genova, sorge l’Abbazia di San Fruttuoso. Immersa nella natura, la chiesa ha davanti una spiaggetta molto frequentata d’estate.
Un luogo magico la cui attrattiva è la statua di bronzo del Cristo degli Abissi. Alcune coppie organizzano un’immersione e si sposano al suo cospetto.

Liguria: predominano i santuari mariani

Restando nei dintorni della superba, ci sono la Basilica dei Fieschi a Cogorno, diocesi di Chiavari ed il santuario di nostra Signora della Guardia a Ceranesi. Il più importante tra quelli mariani liguri.
Il percorso che unisce questi luoghi sacri ai borghi antichi offre l’imbarazzo della scelta. Ci si può concentrare su una zona alla volta, partendo per esempio da quella di Imperia.

Prendete il cammino che va dalla Via Crucis leopardiana al Santuario del Monte Calvario, per proseguire su quello della Madonna della Rovere a San Bartolomeo al Mare. Ci sono poi il Santuario di Nostra Signora del Buon Consiglio e quello della Madonna della Costa.

Spiritualità a Montenero

Dirigetevi quindi verso Bussana, con la Basilica del Sacro Cuore di Gesù. E Taggia dove si trova il Convento dei Domenicani.
Dopo la visita a Nostra Signora di Lampedusa, in località Castellaro, arriverete a Pieve di Teco con il Santuario della Madonna dei Fanghi. A voi variazioni sul tema, con la certezza che, ovunque andrete, la Liguria non vi deluderà.

Spiritualità a Montenero

Rinomato per la costa suggestiva ed il mare cristallino, il Parco delle Cinque Terre (La Spezia) ospita santuari che formano un itinerario di fede. Un tempo percorso su ripide mulattiere, oggi è tutto da scoprire a piedi, in bici o a cavallo. Comprende i santuari di Montenero di Nostra Signora della Salute, di San Bernardino, della Madonna di Reggio e della Madonna di Soviore.

Un viaggio spirituale accompagnato da magnifiche vedute e gustose tappe enogastronomiche.

L’olio della Riviera è Dop

Non c’è città o borgo della Liguria dove non si mangi bene. Il celeberrimo pesto o le soffici focacce non possono prescindere da un ingrediente che è uno dei simboli della Regione. L’olio extra vergine di oliva. Si tratta di olio a Denominazione di Origine Protetta. Che sia della Riviera dei fiori, della Riviera del ponente savonese e della Riviera di Levante non vi deluderà.

Approfittate del soggiorno in Liguria per riportare barattoli di pesto e bottiglie, ricordo dei sapori locali.L’olio della Riviera è Dop

http://www.prodottitipicidellaliguria.it/

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

L’incanto della Liguria passa per le vie del sacro ultima modifica: 2017-04-03T06:59:30+02:00 da Rossana Nardacci

Commenti