notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Oggi, 10 aprile, si sono registrati dati positivi in Italia e in Europa.

La diffusione

Calo dei contagiati giornalieri rispetto a ieri, si passa da 4.204 a 3.951, (-253). Un rallentamento leggero del virus, ma che fa ben sperare per i prossimi giorni. Questo dato è stato registrato con un grande numero di tamponi, sono stati ben 53.495 i test effettuati, record, da quando è iniziata la pandemia.

Altri dati importanti

Si registra un miglioramento anche del numero degli attualmente positivi giornalieri, si passa dai 1.615 di ieri ai 1.396 di oggi (-219). Sale, anche se molto lievemente il numero dei guariti, con 1.985 guarigioni (+6) rispetto al dato registrato ieri. Cala la variazione percentuale giornaliera, ovvero come varia la crescita in termini percentuali dei casi totali giorno per giorno. Si passa dal 3.02% al 2.75%.

Si svuotano gli ospedali

I dati più rincuoranti arrivano sicuramente dai pazienti in terapia intensiva e dai ricoverati con sintomi. Per il sesto giorno di fila, si registra un calo dei ricoverati in terapia intensiva, con ben 108 persone in meno nel totale dei ricoverati. Diminuisce sensibilmente anche il numero di ricoverati con sintomi, con ben 157 ricoverati in meno.

Restiamo a casa

La priorità assoluta rimane questa, si deve rimanere a casa! Questa è l’arma più importante che abbiamo contro questo virus. Ci sono anche varie associazioni che possono essere aiutate, restando a casa, tramite donazioni online. Oggi condividiamo con voi una raccolta fondi che abbiamo lanciato con itRovigo.it e con la Croce Rossa di Rovigo. Potete trovare tutti i dettagli cliccando qui.

Chi non ce l’ha fatta

Migliora anche il dato più importante, ovvero quello dei deceduti. Oggi si sono registrati 570 decessi, (-40 rispetto a ieri). Numero ancora spaventosamente alto, ma che purtroppo scenderà per ultimo, essendo una conseguenza dei contagi delle settimane precedenti.

Migliorano i dati, sempre meno persone in terapia intensiva ultima modifica: 2020-04-10T19:00:32+02:00 da Emanuele Ferlaino

Commenti