notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Non un disco ma ben tre per festeggiare il traguardo dei settant’anni. Una rinascita di certo, non un “funerale” lui stesso ha chiarito. E’ così che Renato Zero festeggerà il suo compleanno. Un regalo per sé ma soprattutto per i suoi “sorcini” i milioni di fans in tutto il mondo che lo seguono da sempre. La tappa delle 70 candeline è il 30 settembre, il giorno di uscita del primo dei tre dischi pensati e voluti dal cantante per l’occasione. Una raccolta che è un grande album di inediti scritti e preparati durante i lunghi mesi di lockdown. Che per lui sono stati davvero fonte di riflessione per ripartire.

Renato Zero compie 70 anni
Il successo dell’artista conosciuto a livello internazionale

Renato Zero presenta “Zerosettanta – Volume tre”

Il primo disco uscirà mercoledì 30 e si intitola “Zerosettanta – Volume tre”. Il secondo e il primo volume usciranno rispettivamente il 30 ottobre e il 30 novembre. Un’opera unica che in tanti aspettano per ascoltare la voce e la musica di un grande artista della nostra Italia. In tutto il cantante ha realizzato 40 inediti che riassumono la sua visione poetica. “In questo disco c’è sapore di giovinezza – ha detto presentando il suo lavoro -, non è il mio funerale ma una rinascita”.

La raccolta di Renato Zero per i suoi 70 anni
La copertina del nuovo lavoro discografico

E per celebrare il settantesimo compleanno di Renato Zero Mediaset gli ha regalto la prima serata di giorno 29 su Canale 5 con il concerto “Zero Il Folle”. Sono le immagini più belle dei due concerti sold out che l’artista ha tenuto al Forum di Assago di Milano l’11 e il 12 gennaio del 2020. E Renato Zero ha annunciato che una parte degli utili sarà destinata a chi ha lavorato con lui durante i concerti e sta vivendo adesso un momento di difficoltà.

“Tre…due…uno…Zero”, un’opera nata durante il lockdown

E così tre volumi, dal terzo al primo, proprio come il segnale che dà il via ai suoi spettacoli, un conto alla rovescia così caro ai suoi fans. Alla presentazione della nuova opera Renato Zero ha spiegato come è nata. In questo periodo ci siamo guardati dentro – ha detto – e ci siamo confrontati con noi stessi. Molti artisti hanno usato questo tempo per riflettere sul proprio modo di fare musica. Avevo bisogno di esercitare questo potere su me stesso. Impormi un’assoluta sincerità nei concetti e nei contenuti”.

Renato Zero durante un concerto

Gli inizi e la lunga carriera di un grande artista

Il debutto musicale di Renato Zero avvenne nel 1973. Già noto in Tv e molto legato alle sorelle Bertè Loredana e Mia Martini incide il suo primo disco, “No! Mamma, no!”. E diventa un vero personaggio: i vestiti che lo caratterizzato, le particolari esibizioni, sono il suo successo. E così inizia a incidere nuovi album. Provocatore, istrionico, ha pubblicato 43 album, di cui 30 in studio, 8 live e 5 raccolte ufficiali. E’ stato autore di più di cinquecento canzoni. Ha scritto per Ornella Vanoni, Alex Baroni, Marcella Bella e Daniele Groff. E poi Renato Zero è stato 48 settimane al primo posto della classifica italiana.

Renato Zero, settant’anni in musica e tre nuovi dischi ultima modifica: 2020-09-30T09:00:42+02:00 da Federica Puglisi

Commenti