notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Governo e regioni cercano una soluzione condivisa sulla riapertura delle discoteche. “Dobbiamo lavorare su due aspetti: sul contenimento e le capienze ridotte e sull’entrare in sicurezza e in questo caso il green pass può essere applicabile”. Questa la posizione del sottosegretario alla Salute Andrea Costa.

Riapertura discoteche, governo e regioni cercano l’accordo

“Non c’è dubbio – precisa Costa – che dobbiamo dare attenzione anche al settore delle discoteche, che ad oggi è l’unico che non ha avuto ancora una risposta e che merita invece di avere pari dignità rispetto a tutte le altre attività. Su questo stiamo ragionando. Credo il metodo migliore sia condividere un percorso con le regioni, come fatto per le altre riaperture”.

riapertura discoteche

In particolare, per Costa, va individuato e applicato “un protocollo che permette di individuare tracciare e monitorare gli accessi”. “Il cts – aggiunge il sottosegretario – sta lavorando a un protocollo che è stato presentato dalle associazioni di categoria. Ma il criterio – ribadisce – non può esser quello del distanziamento, perché non possiamo dire ‘apriamo ma dovete ballare a due metri’. La discoteca è per definizione il luogo in cui si va per stare insieme e socializzare”.

Vaccini Covid, protezione protratta nel tempo

I dati più recenti, relativi a un periodo compreso fra 105 e 112 giorni dalla prima dose del vaccino anti Covid-19, suggeriscono una protezione protratta nel tempo”. Lo indica il secondo rapporto redatto dal gruppo di lavoro ‘Sorveglianza vaccini Covid-19’ dellIstituto superiore di sanità (Iss) e ministero della Salute. Il rapporto, che aggiorna quello del 15 maggio scorso, è frutto dell’analisi congiunta dei dati dell’anagrafe nazionale vaccini e della sorveglianza integrata Covid-19.

vaccino covid

“A partire dai 105-112 giorni dalla vaccinazione – si legge nel rapporto – si osserva una ulteriore riduzione del rischio di diagnosi, con un effetto simile negli uomini, nelle donne e in persone in diverse fasce di età”. Il nuovo rapporto, riferito a circa 14 milioni di persone vaccinate con almeno una dose, effettua la valutazione dopo i 130 giorni dalla somministrazione della prima dose. Rispetto al rapporto precedente, nella popolazione studiata sono aumentati i soggetti vaccinati dai 40 anni in su. Inoltre, si riscontra un aumento delle vaccinazioni con Comirnaty (Pfizer/Biontech) e Vaxzevria (AstraZeneca) e l’inizio delle somministrazioni col vaccino Janssen (Johnson&Johnson).

I dati di oggi

Per quanto riguarda la diffusione del virus nel nostro Paese, i dati del ministero della Salute continuano a confermare un calo ormai costante dei contagi e dei ricoveri su tutto il territorio nazionale. Secondo i report ministeriali, i nuovi casi positivi di oggi sono 1.273 (ieri 2.275). I decessi delle ultime 24 ore sono 65 ( ieri 51). I tamponi molecolari e antigenici effettuati sono 84.567 (ieri 149.958). I pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva sono 759 (ieri 774). In isolamento domiciliare rimangono 182.784 persone contagiate dal virus (ieri 186.535). I dimessi guariti di oggi sono 5.024 (ieri 5.321) mentre i casi attualmente positivi sono 188.453 (ieri 192.272).

Riapertura delle discoteche, governo e regioni in cerca di un accordo condiviso ultima modifica: 2021-06-07T17:53:12+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x