notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

La prossima settimana arriveranno in Italia i primi vaccini Johnson&Johnson mentre si stilano i primi elenchi delle categorie già vaccinate. “Il 19 aprile avremo la prima consegna di vaccini Johnson&Johnson. Si tratta di una consegna quantitativamente modesta: 18mila dosi che andranno in prevalenza alle carceri per il personale che vi lavora e per i detenuti”. Lo ha annunciato Alessio D’Amato, assessore regionale alla Sanità del Lazio, in occasione di una visita all’hub vaccinale al San Giovanni di Roma.

vaccini johnson&johnson

Intanto secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 17.567 nuovi casi positivi (ieri 18.938). I nuovi decessi sono 344 (ieri 718); i dimessi guariti sono 20.483 ( ieri 26.175). Complessivamente i casi positivi sono 533.085 (ieri 536.361). I tamponi effettuati sono 320.892 (ieri 362.973); in terapia intensiva sono ricoverati 3.588 pazienti Covid. Inoltre rimangono in isolamento domiciliare 501.843 persone contagiate dal Coronavirus.

I vaccini Johnson&Johnson arrivano il 19 aprile

Mentre si attende l’arrivo dei vaccini Johnson&Johnson si stilano le ‘classifiche’ degli italiani vaccinati finora. Il 38,79 per cento degli over 80 in Italia è stato vaccinato anche con il richiamo mentre il 68,20 per cento ha ricevuto solo la prima dose. È il dato riportato nel report del governo, aggiornato a questa mattina. Dal report emerge come siano molto più basse le percentuali che riguardano gli italiani tra i 70 e i 79 anni. In quella fascia d’età, infatti, è stato vaccinato solo il 2,48 per cento e solo il 19,89 per cento ha ricevuto la prima dose. Numeri più alti invece per gli ospiti delle Rsa: ne sono stati vaccinati il 75,53 per cento mentre la prima dose è stata somministrata al 91,25 per cento. Infine, per il personale sanitario e sociosanitario le percentuali sono del 75,29 per cento con due dosi e del 91,63 per cento con una dose.  

vaccini

L’intervallo ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino Comirnaty di Pfizer-Biontech e di 28 giorni per il vaccino Covid -19 Moderna. Qualora tuttavia si rendesse necessario dilazionare di alcuni giorni la seconda dose, non è possibile superare in ogni caso l’intervallo di 42 giorni per entrambi i vaccini a mRNA. Si ribadisce che per ottenere una protezione ottimale è necessario completare il ciclo di vaccinazione con la seconda dose”. Queste le disposizioni della Commissione tecnico-scientifica dell’Aifa allegate alla nuova circolare del ministero della Salute ‘Vaccinazione anti Sars-CoV2’.

Covid, in arrivo in Italia i vaccini Johnson&Johnson ultima modifica: 2021-04-10T17:43:55+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x