notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nelle prossime settimane l’Italia riceverà il 20% in meno dei vaccini, rispetto a quanto pattuito con l’azienda statunitense Pfizer. Ad annunciarlo è Il commissario straordinario all’emergenza Covid-19 in Italia, Domenico Arcuri. Fino ad oggi l’Italia è stato il paese più virtuoso in Europa per quanto riguarda il piano vaccini, con più di 1.331.000 somministrazioni effettuate. Inoltre i soggetti che hanno già ricevuto la seconda dose sono quasi 62.000, un vero primato tra i paesi dell’Ue. Arcuri ha dichiarato che quella che porterà al ritardo dei vaccini in Italia è stata una “decisione unilaterale” di Pfizer. A fronte di ciò l’Avvocatura dello Stato potrebbe intentare presto causa all’azienda statunitense per il potenziale danno causato alla popolazione.

Ritardo dei vaccini - Intervento di Domenico Arcuri alla cerimonia di ringraziamento dei medici e degli infermieri delle task force Coronavirus a giugno 2020
Foto: © Dipartimento Protezione Civile – Wikimedia Commons.

Ritardo dei vaccini Pfizer: questione di fiale o di dosi?

Nonostante le parole di Arcuri, l’azienda potrebbe già avere pronta la risposta. Quello che sarebbe considerata una decisione singola presa da Pfizer sarebbe più che altro un ricalcolo fatto dall’azienda statunitense. Ciò riguarderebbe infatti la riduzione delle fiale in arrivo e non delle dosi. Da una fiala di vaccino è infatti possibile estrarre 6 dosi e non 5, come approvato dall’EMA a inizio mese. Ciò però può avvenire soltanto se si utilizzano delle “siringhe a basso volume morto”, in cui rimane minore quantità di liquido tra ago e siringa dopo l’iniezione (meno di 35 microlitri). Con delle siringhe standard si riescono ad estrarre soltanto 5 dosi, con il conseguente spreco di molti possibili vaccini. Considerando che il contratto di Pfizer con l’EMA parla di “dosi” e non fiale, l’azienda non sarebbe in ritardo con la consegna prevista. Il vero problema riguarderebbe quindi le siringhe speciali e non le dosi.

Ritardo dei vaccini - fiala vaccino Pfizer
Foto: © U.S. Secretary of Defense – Wikimedia Commons.

AstraZeneca e Sputnik V: tra annunciati ritardi e attesa di approvazione

Ad aggravare la situazione si aggiunge il ritardo dei vaccini AstraZeneca. L’azienda britannica ha annunciato che nel primo trimestre verranno consegnate in Europa il 60% in meno delle dosi previste. Questo significativo taglio sarebbe dovuto ad un problema all’impianto di produzione europeo dell’azienda. L’Italia potrebbe quindi ricevere soltanto 7 milioni di dosi, a fronte dei 16 milioni previste. Un aiuto per risolvere questo problema potrebbe arrivare dalla Russia, con il suo vaccino Sputnik V. Recentemente sono iniziati i contatti preliminari tra l’azienda produttrice e l’EMA per l’avvio dell’analisi scientifica dei dati. Se l’agenzia europea del farmaco dovesse dichiarare sicuro ed efficace il vaccino, questo potrebbe anche arrivare in Italia, come confermato dalla sottosegretaria alla salute, Sandra Zampa, ai microfoni di Radio Anch’io. In Europa, l’Ungheria ha già deciso di adottarlo (prima del via libera dell’EMA) e Angela Merkel non esclude questa eventualità per la Germania (dopo l’ok dell’EMA).

Ritardo dei vaccini - due fiale del vaccino russo Sputnik V
Foto: © Mos.ru – Wikimedia Commons.

Il ritardo dei vaccini Pfizer e AstraZeneca potrebbe quindi essere un vero e proprio problema per l’Italia, non solo per il rispetto della tabella di marcia delle vaccinazioni, ma anche perché potrebbero essere compromessi il numero di fiale destinate alle regioni e i tempi per la somministrazione della seconda dose di vaccino. Cosa ne sarà del piano vaccini in Italia? Manterremo il nostro virtuoso primato in Europa? Abbiamo abbastanza siringhe a basso volume morto per estrarre 6 dosi di vaccino o dovremmo ancora utilizzare le siringhe standard, perdendo così preziose dosi? Nonostante gli sforzi fatti fino ad oggi, la strada al momento sembra sempre più in salita.

Ritardo dei vaccini Pfizer e AstraZeneca: Sputnik è la soluzione? ultima modifica: 2021-01-25T09:00:00+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x