Vi sareste mai aspettati che tra le “attrezzature” di Samantha Cristoforetti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale vi fosse dell’olio extravergine di oliva di eccellente qualità? Si tratta del migliore che l’Italia abbia da offrire. Una top 4 ottenuta analizzando le ben 533 varietà presenti nel nostro Paese.

Missione olio nello spazio

A cosa serve avere con sé dell’olio extravergine d’oliva nello spazio? Iniziamo col dire che non verrà utilizzato solo come condimento. Fa parte del “bonus food” dell’equipaggio, ovvero di quelle specialità che ogni astronauta può portare con sé per integrare la dieta prevista. Ognuno dei quattro oli è pensato per un tipo di alimento:

  • carne
  • pesce
  • verdure
  • esaltazione dei sapori più intensi

Perché scegliere ciò come bonus food? Lo spiega Coldiretti: “Numerosi studi scientifici hanno provato gli effetti positivi per la salute associati al consumo di olio extravergine di oliva. I quattro selezionati sono accomunati da un alto contenuto di antiossidanti naturali, essenziali per chi, come gli astronauti, è sottoposto a condizioni di intenso stress psico-fisico”.

Olio extravergine di oliva - Stazione Spaziale Internazionale
Fonte: https://www.facebook.com/coldiretti.puglia

Sarà però anche al centro di un interessante esperimento. Si tratta del progetto EVOO in space, che consentirà di studiare il comportamento dell’olio. Nello specifico si andrà ad analizzare l’impatto della microgravità e delle condizioni di radiazione sulle caratteristiche fisio-chimiche, microbiologiche e nutrizionali dell’olio in quanto alimento ricco di proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Fonte fotografia in evidenza: https://www.facebook.com/ESASamanthaCristoforetti

Samantha Cristoforetti ha portato dell’olio nello spazio: ecco perché ultima modifica: 2022-05-03T13:01:00+02:00 da Luca Incoronato

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x