notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Da un anno è ormai in vendita ad un prezzo rimasto invariato ma dietro nasconde una misteriosa leggenda che potrebbe allontanare ogni possibile acquirente. La Torre San Filippo, a 8 km da Ragusa Ibla, costa attualmente un milione e mezzo di euro ed è apparso anche nel catalogo internazionale di Sotheby’s. Ma qual è la storia che caratterizza il simbolo del comprensorio delle valli?

Il fantasma della Torre San Filippo

Secondo la misteriosa leggenda, nella Torre San Filippo appare il 7 di ogni mese lo spettro di una signora, una dama. La donna si butta dalla torre per sfuggire a 7 cani sguinzagliatile contro dal marito, tradito col guardiacaccia. Un atto che avviene ogni mese e che forse è il motivo che ha portato la struttura a restare ancora oggi invenduta. La fortezza in pietra è composta da venti locali e rientra in un territorio di 67mila mq di superficie totale, tra interi ed esterni. Nessun interesse di gruppi alberghieri ma neanche il cinema è rimasto affascinato per trasformare tutto in un set. Un mistero che in tanti ormai hanno collegato alla leggenda del fantasma.

torre san filippo
Fonte Twitter guythatfly

La proprietà in vendita

Nel sito di Sotheby’s è possibile avere una descrizione più approfondita della Torre San Filippo. Tipica dimora nobiliare fortificata ed edificata nel 1800 è allocata in un punto strategico, un vero e proprio fortino che fungeva da torre di avvistamento per meglio controllare i lavori dei campi e la conduzione delle masserie. La proprietà si erge al centro di un feudo sulla vallata “Cava Volpe” nei pressi della diga di Santa Rosalia. È caratterizzata da torrenti e ricca vegetazione ed è composta dal Castello (dalla pianta labirintica) dimora estiva della famiglia proprietaria – di circa 750 mq, che si sviluppa su due piani e conta 2 ampi saloni 2 cucine, 8 camere da letto e 3 bagni.

Nel patio si erge la chiesa, dalla facciata curiosamente gotica come il portone d’ingresso. Nel corpo rurale, denominato “casa mandria” sono presenti edifici di pertinenza quali fienili, magazzini e stalle aventi una superficie di ulteriori 750 mq, tutti da ristrutturare. A fare da cornice alla proprietà, si apre un parco di 65 ettari con ulivi e carrubi secolari insieme a numerose varietà di piante selvatiche e spontanee. La struttura esterna non presenta particolari problemi strutturali evidenti sulla struttura portante, l’interno invece, necessita di restauro delle superfici lapidee e degli spazi.

Il primo proprietario è stato Giorgio Schininà, Marchese di Sant’Elia. Nel 1957 l’intera tenuta fu acquistata dal Cav. Vito Veninata in favore delle figlie Emanuela, Elisa e Maria. Quest’ultima è la madre dei fratelli Ottaviano, attuali proprietari. Da allora fino agli anni 90 è stato dimora estiva della famiglia.

Torre San Filippo e il fantasma della dama ultima modifica: 2021-08-18T09:30:00+02:00 da Claudio Cafarelli

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x