La guerra in Ucraina, purtroppo, prosegue e siamo ormai giunti quasi alla seconda settimana di scontri. Sono ormai migliaia i morti da una parte e dell’altra che dimostrano a tutti, ancora una volta, come la guerra non porti a nulla di buono se non a morte e distruzione. Purtroppo non mancano le vittime tra i civili.

Per questo, già appena è esplosa la guerra in Ucraina, tante associazioni e privati cittadini italiani si sono adoperati con iniziative di solidarietà e cerca di di dare una mano a chi soffre e a chi purtroppo ha giá perso familiari ed amici.

Ucraina: le iniziative per aiutare chi soffre

Action Aid ha creato una raccolta fondi per poter garantire i servizi essenziali a chi scappa dalle zone di guerra. Vengono forniti loro cibo, acqua e kit igienici. Inoltre, ha lavorato per l’allestimento di spazi sicuri per prevenire episodi di violenza. Inoltre, Action Aid sta fornendo supporto psicologico anche in Italia, alle persone di nazionalità ucraina che ci vivono e ci lavorano. Ancora adesso è possibile donare sul sito di Action aid, così come è possibile donare sul sito della Croce Rossa Italiana. La Cri per le donazioni ha previsto un importo da 18 a 105 euro, ma anche un importo a scelta. “Sono oltre 2 milioni le persone scappate. Una situazione disperata che ha imposto una risposta umanitaria congiunta e tempestiva di tutto il Movimento di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. ” si legge sul sito. La Croce Rossa Italiana ha già fornito un primo convoglio composto da 4 tir e 2 veicoli leggeri. Questo convoglio aveva coperte, prodotti alimentari e vari farmaci.

Molto attivo anche il Fondo Banco Alimentare Onlus. Come segno di solidarietà concreta, il consiglio di amministrazione ha già stanziato 300.000 € per fornire aiuto e supporto alimentare immediato. La Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia sta concentrando i suoi fondi per la raccolta di farmaci per i rifugiati.

Le altre iniziative per i rifugiati

Tante iniziative in Europa per Save the Children che cerca di aiutare i tanti bambini che soffrono durante la guerra. Nello specifico, “in Italia è in attivazione un team in frontiera Nord-Est (valico Fernetti) per garantire supporto e assistenza alle persone in arrivo nell’ambito di una più ampia collaborazione con Unicef, e in coordinamento e collaborazione con UNHCR.” L’associazione nei giorni scorsi ha lanciato un hastag su internet e sui social che è stato molto cliccato “#STOPTHEWARONCHILDREN”.

Molto attiva anche l’associazione Medici senza frontiere. “Siamo a Kiev e in altre città, supportiamo i medici di diversi ospedali e centri sanitari. Stiamo raccogliendo informazioni sul numero di persone ferite per costruire una risposta medica adeguata.” – sono le dichiarazioni di Bérengère Guais, vice responsabile MSF dei programmi di emergenza, sul sito dell’associazione. Tanti italiani sono impegnati nell’associazione che da anni opera nel settore. Anche in questo caso, si puó donare sul sito dell’associazione.

Anche l’associazione SOS Villaggi dei bambini sta attuando una raccolta fondi sul proprio sito internet. “Stiamo lavorando senza sosta per proteggere i bambini dall’orrore di questa guerra, per non lasciarli mai soli. Qualunque cosa succeda noi saremo con loro.” Ha detto Lukashov, direttore dell’associazione nella sede dell’Ucraina.

Ucraina, meravigliose iniziative di solidarietà: ecco come donare ultima modifica: 2022-03-08T19:41:42+01:00 da Antonio Murrone

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x