notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ottime notizie per quanto riguarda il vaccino anti-Covid dell’Università di Oxford, Irbm e Astrazeneca. I dati della fase 2 di sperimentazione lasciano ben sperare sulla sua efficacia, specie per quanto riguarda i soggetti più a rischio di contagio.

Vaccino anti-Covid dell’Università di Oxford, Irbm e Astrazeneca: i risultati della fase 2

I risultati ottenuti dalla fase 2 concernenti il vaccino anti-Coronavirus dell’Università di Oxford, Irbm e Astrazeneca sono davvero positivi. A quanto sembra, è ben tollerato, specie negli anziani. Inoltre, fornisce una protezione a livello immunitario simile a quella vista tra i giovani adulti. A pubblicare i risultati della sperimentazione è stata la rivista Lancet.

vaccino anti-Covid di Oxford - stop covid

La sperimentazione

La sperimentazione è stata avviata su 560 adulti sani, di cui 240 con un’età che supera i 70 anni. Tuttavia, bisognerà attendere ancora i risultati della fase 3 di sperimentazione (in corso di svolgimento), per scoprire o meno se protegge dall’infezione da SarsCov2. Alcune riviste non scientifiche avevano già anticipato alcuni dati della fase 3. Già all’inizio di ottobre l’Agenzia Europea dei Farmaci aveva avviato la rolling review, ovvero il primo passo dell’iter di approvazione. Tuttavia, adesso bisognerà confermare la validità dei dati ottenuti. Il vaccino, infatti, deve rispondere ad alcuni requisiti fondamentali richiesti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Vaccino anti-Covid di Oxford ben tollerato per anziani e giovani ultima modifica: 2020-11-19T19:00:29+01:00 da Redazione

Commenti