notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il 2020 è ormai agli sgoccioli, ma non si può ancora considerare come “acqua passata”. Nonostante l’indice RT stia scendendo un tutte le regioni e l’Italia è ormai quasi monocolore (giallo), l’arma più forte contro il Covid-19 rimane il vaccino. Una buona notizia in questo senso arriva dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che, in un’intervista a La Stampa, ha annunciato l’arrivo delle prime dosi di vaccino anticovid in Italia per il 6 gennaio. A confermare ciò è stato poi il governatore del Veneto, Luca Zaia, durante una conferenza alla sede della Protezione civile di Marghera. In principio le prime dosi del vaccino contro il Covid-19 sarebbero dovute arrivare in Italia il 12 gennaio. Questa nuova data segna un altro grande passo verso la fine della pandemia. Sfortunatamente in alcune regioni, come Lombardia e Campania, le prime somministrazioni del vaccino non saranno effettuate prima del 15 gennaio.

Roberto Speranza ministro della Salute
Foto: © Dipartimento Protezione Civile – Wikimedia Commons.

Vaccino anticovid in Italia: i primi di gennaio in arrivo 3,4 milioni di dosi

Come ormai annunciato da più fronti, i primi ad essere vaccinati saranno gli anziani che vivono nelle case di riposo e gli operatori del personale sanitario. Entro la fine di gennaio, in Italia dovrebbero essere disponibili i primi 3,4 milioni di dosi del vaccino Pfizer. Questi dovranno comunque essere somministrati in 2 tranche. Dopo la prima dose, sarà infatti necessaria anche una seconda (il richiamo), da somministrarsi dopo 3 o 4 settimane. Se tutto andrà come annunciato, potrà quindi partire il Piano vaccini del governo, che dovrebbe vedere anche lo sviluppo di un’app per prenotazioni e tracciamento. Sempre secondo le previsioni, l’Italia avrà piena copertura dei vaccini entro la fine del 2021, anche se il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, è stato più ottimista, dichiarando che, con una massiccia campagna vaccinale e se le condizioni lo consentiranno, tutti gli italiani potrebbero essere vaccinati entro l’estate.

Vaccino contro coronavirus - due siringhe con due fiale di vaccino Covid-19 e una mascherina

Vaccino Day: si partirà insieme in tutta l’Ue?

Dopo l’avvio delle vaccinazioni in Gran Bretagna, anche Stati Uniti e Unione europea stanno spingendo per ottenere le prime dosi al più presto. Con il via libera all’autorizzazione dei vaccini in arrivo, i leader dei 27 paesi dell’Ue stanno infatti pensando ad un Vaccino-day per partire tutti insieme. Ad annunciarlo è stato lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante una conferenza a Bruxelles. Questo Vaccino-Day dovrebbe addirittura partire il 4 e 5 gennaio (un giorno prima rispetto a quanto dichiarato da Speranza). La cancelliera tedesca Angela Merkel ha però frenato l’entusiasmo, dichiarando che sarà difficile garantire che le vaccinazioni partano contemporaneamente in tutti i 27 paesi dell’Unione. Nonostante ciò si farà in modo che queste vengano somministrate in modo coordinato.

Vaccino anticovid - Giuseppe Conte con mascherina
Foto: © Governo Italiano – Wikimedia Commons.

Il 2020 che ci stiamo lasciando alle spalle è stato un anno veramente tragico. Il Covid-19 ha causato più di un milione di morti nel mondo e, purtroppo, sembra ancora non esserci una fine. Con l’arrivo del vaccino anticovid nel 2021, si apre però un piccolo spiraglio di salvezza, quella luce in fondo al tunnel che fa ben sperare. Anche se con il Covid-19 si dovrà convivere ancora per un po’ di tempo, sapere che esiste un’arma concreta per porre fine a questo virus è una notizia che ci fa credere che presto si potrà riprendere la vita che abbiamo lasciato in stand-by. La speranza adesso è quella che la maggior parte degli italiani siano pronti a vaccinarsi, ma soprattutto di evitare anche che arrivi una terza ondata a febbraio, che potrebbe complicare ancora di più l’attuale situazione e affollare nuovamente le già piene terapie intensive negli ospedali.

Vaccino anticovid: il 6 gennaio prime somministrazioni in Italia ultima modifica: 2020-12-13T14:46:56+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x