AbilBeach, un nome che a molti di voi dirà poco e ad altri farà venire la pelle d’oca. Così come si prova la pelle d’oca per una bella iniziativa, per qualcosa di commovente che merita la nostra stima. Un’iniziativa nata nel Salento, a Otranto, che merita i complimenti del caso. AbilBeach nasce il 24 luglio 2021 ed è un servizio di spiaggia libera accessibile che consente alle persone con disabilità di vivere il mare in piena libertà e tranquillità, ma soprattutto in autonomia. L’iniziativa punta a fornire assistenza e supporto alle persone con disabilità ed ai soggetti fragili, cerca di far vivere la bellezza del mare senza ostacoli. Tra i servizi offerti da Abilbeach, ci sono i seguenti:

  • area di sosta riservata
  • servizio di prenotazione
  • bagni accessibili riservati
  • punto di ricarica elettrica
  • assistenza qualificata
  • postazioni ombrellone
  • attrezzature per la balneazione
  • esperienza in canoa.

Proprio quest’ultima è un’esperienza molto apprezzata perchè la canoa nello specifico è trasparente e durante la passeggiata si possono ammirare la bellezza e l’immensità dei fondali marini. Di seguito alcune foto della scorsa estate.

Nuovi obiettivi per Abilbeach: l’intervista

Abbiamo intervistato in esclusiva, l’assessore al welfare per il Comune di Otranto, Cristina De Benedetto che ha lavorato tanto per arrivare a creare un servizio che ha avuto risonanza a livello regionale.

Come è nata l’idea di Abilbeach?

Nasce con il sogno di garantire il diritto di viversi il proprio patrimonio naturale e culturale in piena autonomia, superando ogni ostacolo. L’Amministrazione Comunale ha dedicato grande attenzione a questa tematica e continuerà a farlo. Uno degli obiettivi principali del mio mandato è stato quello dell’accessibilità. Ho cercato quanto più possibile di rendere fruibili i luoghi delle nostre città. Dai luoghi turistici alle spiagge, ho voluto pensare a dei servizi che potessero rendere davvero autonomo il disabile.

Il primo anno dell’iniziativa ha avuto buoni risultati?

In circa un mese abbiamo avuto oltre 3 mila prenotazioni. La cooperativa “l’integrazione” di Lecce ha sognato insieme a me e abbiamo partecipato ad un finanziamento regionale denominato “Pugliasocialein” che ha permesso di dotare uno dei tratti più belli del nostro litorale con mezzi adeguati alla balneazione di persone con disabilità. E’ stato un sogno che si è realizzato per tutti coloro che ci hanno lavorato e per chi ne usufruisce. Sulla spiaggia sono presenti Operatori Socio Sanitari ed educatori, oltre che mezzi importanti: sedie job, canoa trasparente, il tutto gratuitamente.”

Avete nuovi obiettivi futuri per far crescere il progetto?

Per il prossimo anno vogliamo crescere e siamo lavorando a nuovi progetti davvero importanti. Stiamo lavorando per permettere ai turisti disabili, ma anche ai ragazzi del nostro paese e dei paesi limitrofi con disabilità di fare un tour panoramico del nostro paese. Vogliamo far vivere la nostra città a 360 gradi. Vogliamo rendere quanto più autonomo il bagno anche alle persone con disabilità visive. Con la Capitaneria stiamo lavorando per creare una passerella per disabili in acqua, laddove loro possano entrare in acqua e viversi un bagno in totale spensieratezza. Stiamo facendo di tutto per eliminare gli ostacoli. L’accessibilità è un bene di tutti.”

AbilBeach: commovente iniziativa per i disabili. Intervista esclusiva ultima modifica: 2022-01-27T19:13:36+01:00 da Antonio Murrone

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x