notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

L’albero di Natale di Gubbio è il più grande del mondo e, a vederlo, ci si riempie gli occhi di magia. Lo si vede lì, adagiato sulla collina, come a vegliare la città. Trattenere l’emozione, è quasi impossibile.

Com’è nato l’albero di Natale di Gubbio?

La storia dell’albero di Natale di Gubbio comincia nel 1981, ma è nel 1991 che è entrato nel Guinness dei Primati come l’albero di Natale più grande del mondo. Acceso il 7 dicembre e spento la seconda domenica di gennaio, è tra le attrazioni natalizie più spettacolari d’Italia. Tanto che, da tutto il mondo, i turisti arrivano a visitarlo. Mentre Gubbio e i suoi cittadini lo guardano con orgoglio.

Albero di Natale di Gubbio - Una vista dell'albero
Una vista dell’albero – foto tratta dalla pagina Facebook dell’Albero di Gubbio

Costruito lungo le pendici del Monte Igino, è formato da 800 corpi lumino (rigorosamente alimentati con energia da fonti rinnovabili). Le luci, diverse per grandezza e per colore, danno vita ad uno spettacolo davvero unico. Un albero di Natale largo 450 metri e alto 750, che “nasce” dalle mura di Gubbio e che sembra sollevarsi al cielo, fino a raggiungere la Basilica di Sant’Ubaldo sulla cima della montagna. Trecento luci formano il perimetro, quattrocento lo riempiono, duecentocinquanta danno forma alla cometa. Così, l’albero di Natale di Gubbio arriva a misurare 13mila metri quadrati, come trenta campi da calcio o poco meno.

Per illuminarlo vengono impiegati oltre 7mila metri di cavi elettrici e, i volontari, lavorano ogni anno per circa 1.300 ore (oltre alle 900 necessarie a smontarlo). Un meccanismo rodato, per creare quell’albero di Natale di Gubbio che tutto il mondo invidia. E che genera meraviglia, anche solo a vederlo in foto.

Il Natale di Gubbio

Nel 1992, il gruppo che nel 1981 “inventò” l’albero di Natale di Gubbio si è dato una forma giuridica, quella di Comitato Albero di Natale più Grande del Mondo “Mario Santini”. Un nome che rende omaggio a chi per primo ebbe l’idea, per un gruppo che – anno dopo anno – ha visto unirsi sempre più volontari. Del resto, l’abete luminoso ha una lunga storia che s’intreccia con nomi celebri d’uomini e di città: nel 2019 è stato acceso dalla Grotta della Natività di Betlemme, nel 2017 dallo Spazio (per mano di Paolo Nespoli). E poi da Papa Francesco, Save the Children, Medici senza Frontiere, Giorgio Napolitano, Terence Hill, Barbara D’Urso, Maria Grazia Cucinotta. Tuttavia, non è l’albero l’unica attrazione del Natale a Gubbio.

Albero di Natale di Gubbio - Gubbio a Natale
Gubbio a Natale – foto tratta dalla pagina Facebook del comune di Gubbio

Ai piedi dell’albero, ogni anno viene aperta la Christmas Land coi mercatini e il Trenino di Babbo Natale, la funivia Colle Eletto, la Slitta di Babbo Natale, la Grande Ruota Panoramica Polo Nord, la Giostra Incantata e le Luci Artistiche chiamate a illuminare piazza San Giovanni (date di apertura della Christmas Land: dal 4 al 12 dicembre, il 18 e il 19 dicembre, e poi dal 24 dicembre al 9 gennaio). Per un Natale tra i più belli d’Italia.

Foto in evidenza tratta dalla pagina Facebook dell’Albero di Gubbio

La storia dell’albero di Natale di Gubbio, il più grande al mondo ultima modifica: 2021-12-09T09:00:00+01:00 da Laura Alberti

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x