notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Leggere le frasi di autori celebri come Alda Merini passeggiando tra i borghi delle città italiane, da oggi è possibile. E’ stato questo l’obiettivo profuso dall’associazione Carmina Muralia, senza scopo di lucro, che da un po’ di tempo ha deciso di ideare iniziative come questa, decorando i muri delle città del bel paese con i versi di celebri poeti, italiani e non, collaborando con amministrazioni comunali e privati cittadini, al fine di diffondere la cultura, il bello e il rinnovo delle facciate dei palazzi in un modo del tutto diverso, abbracciando l’arte, la cultura e un po’ anche la street art.

scritta sul muro della poesia di Alda Merini

Ripartire dalla cultura per tornare a sorridere

Dopo il periodo di fermo dovuto al coronavirus, si sente il bisogno e l’esigenza di riscoprire l’arte e la cultura e se questo non è possibile farlo all’interno di musei o tra le pagine di un libro, da oggi è realtà camminando e alzando di poco gli occhi. In tutta Italia, per questa strana estate, si è reso necessario un cambio di rotta e un nuovo modo di vivere le città e le vacanze. Iniziative simili, oggi, risultano di grande importanza e rilevanza per dare una nuova immagine agli occhi del mondo.

“Bambino” di Alda Merini

Il primo obiettivo raggiunto dall’associazione è stato portato a termine a Paladina nella Bergamasca, al civico numero 5 di Via Monte Grappa dove, da un po’ di tempo, è possibile leggere sulle mura di una palazzina la poesia “Bambino” di Alda Merini, trascritta da Sara Stradi.

Alda Merini sui muri della Bergamasca

“Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia. Legalo con l’intelligenza del cuore. Vedrai sorgere giardini incantati E tua madre diventerà una pianta, Che ti coprirà con le sue foglie”…

Realizzata su fondo bianco e scritta blu, l’opera della Poetessa dei Navigli è stato il primo tassello di un progetto pensato e ideato nel 2019 e rimasto in blocco nei periodi del covid-19. Bergamo, soprattutto, sente il bisogno di ripartire dopo la pandemia e i suoi abitanti hanno bisogno di tornare a sorridere all’ara aperta e attività come queste, possono essere l’inizio per una nuova rinascita.

La poesia di Alda Merini

Alda Giuseppina Angela Merini, nata il 21 marzo del 1931 in Italia a Milano e morta il 1° novembre del 2009, è stata una poetessa, scrittrice e donna di ispirazione per molti.

fotografia in bianco e nero di Alda Marini

I suoi testi, di straordinaria attualità, inducono ad una riflessione continua e pacata. Le sue poesie riflettono anche tutta la tristezza e l’inquietudine vissuta nel periodo post nascita delle sue figlie. La donna visse periodi emozionanti ma anche di grande buio e questo anche a causa di un periodo di permanenza all’interno di un’ospedale psichiatrico.

Carmina Muralia è in continua evoluzione

La possibilità, per i promotori della bella idea, è quella di dar vita a libri a cielo aperto, come venne fatto anche a Leida in Olanda, quando decise di dare nuova vita al centro storico realizzando un libro tra le vie del borgo accessibile e leggibile a tutti. Il gruppo di promotori è sempre in cerca di volontari e chiunque volesse sposare questo ambizioso pensiero potrà mettersi in contatto con Carmina Muralia attraverso l’indirizzo e-mail [email protected]. Sul sito di www.carminamuralia.com, invece sarà possibile saperne di più e ammirare i lavori portati a compimento in questa estate.

Alda Merini sui muri della Bergamasca. Poesie a cielo aperto ultima modifica: 2020-09-01T09:00:00+02:00 da SDS

Commenti