notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Amicizia fra uomo e donna. Una chimera frutto di fantasie irreali o una opzione possibile?
Tutto dipende da cosa intendiamo con il termine “amicizia”. Se qualcosa nelle nostre teste ci suggerisce che in serie A giocano parole come “marito”, “fidanzato”, “compagno”, mentre “amico” giocherebbe in leghe inferiori dovremmo andare al cuore delle parole e scoprirne il significato. Lo sappiamo tutti che “amicizia” ha la stessa radice del verbo “amare”? L’amico è semplicemente colui che si ama.

Il problema che chiama in causa le nostre coscienze, inutile girarci intorno, è tutto compreso nel rapporto fra i corpi.
Borges scriveva che “l’amicizia fra un uomo e una donna è sempre un poco erotica, anche se inconsciamente”. Ma chiunque ne abbia avuto esperienza sa che se l’amicizia sfocia in una consuetudine fisica (“amicizia con benefit” si direbbe con un orrendo anglicismo) finisce per durare molto poco: uno dei due (di solito la donna) si innamora, inizia a pretendere un rapporto esclusivo e salta l’impianto dell’amicizia. Per sapere dunque se questa amicizia sia sostenibile bisogna allora entrare nel funzionamento del meccanismo dell’eros, considerando entrambi i punti di vista maschile e femminile.

Il meccanismo dell’attrazione

L’uomo desidera. Quel maledetto meccanismo che gli è stato installato nel cranio per garantire la perpetuazione della specie fa sì che – sposato o no – appena l’uomo vede qualcosa di riconducibile a una donna scatti il desiderio. Desiderio fisico, slancio a conquistare.
A quali condizioni si può risolvere questo problema?
Mettendo da parte l’attrazione fisica.
Questo accade se l’uomo non è attratto dalla donna ma da altri uomini: “i gay sono i migliori amici delle donne” è infatti oramai una frase consolidata.

amicizia fra uomo e donna - tre amici che si abbracciano
Fonte foto: pexels

Lo stesso però succede se l’uomo non è particolarmente attratto fisicamente dalla ragazza. Può succedere.
La donna, dall’altro lato, cerca emozioni. Chi soddisfa questo suo desiderio apre le porte dell’altro meccanismo.
Quello del romanticismo, del sogno, del desiderio di possesso e di controllo.

A quali condizioni si può risolvere questo problema fra uomo e donna?

L’uomo deve impegnarsi a non condurre l’amica in sentieri in cui potrebbe perdere il controllo. Non deve darle troppe emozioni.
C’è un modo per capire se l’amicizia sta funzionando? Sì. E ruota intorno alla dinamica della gelosia. Se siete gelosi di fidanzate, amanti, mogli e mariti dell’altro o dell’altra qualcosa non funziona. Significa che il meccanismo del desiderio, che sia maschile o femminile, è scattato. Se non lo siete state andando nella direzione giusta.
Quindi, riassumendo, è possibile l’amicizia fra uomo e donna? Sì. Ma solo in presenza di due condizioni: l’uomo non deve essere particolarmente attratto fisicamente dalla donna e la donna non deve vedere nell’uomo una fonte di emozioni forti.

Altrimenti sposatevi.

Paolo Gambi

Autore: Paolo Gambi

Scrittore poeta e giornalista. Autore di quasi 30 libri, metà pubblicati con il Gruppo Mondadori, metà su Amazon. È convinto che la poesia possa cambiare il mondo. Vincitore di premi giornalistici e letterari, docente di comunicazione, vive sempre in Italia. Anche quando è all’estero.
Amicizia fra uomo e donna: può esistere e a quali condizioni? ultima modifica: 2019-11-29T09:00:00+01:00 da Paolo Gambi

Commenti