Sono passati 161 anni da quel 17 marzo 1861, giorno in cui il Parlamento Sabaudo di Torino, con la legge 17 marzo 1861, n. 4671 del Regno di Sardegna, proclamò ufficialmente la nascita del Regno d’Italia. Si tratta di un avvenimento decisamente importante per la storia del nostro paese, celebrato ogni anno in molte città. La sua istituzione ufficiale avvenne nel 1911, in occasione del 50esimo anniversario dell’Unità. Nel 2012 il Parlamento italiano ne ha poi modificato il nome in “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” (legge 23/11/2012, n. 222). Questa speciale giornata serve a ricordare la nostra storia e il valore dell’Unità d’Italia, che purtroppo qualcuno negli anni ha dimenticato o sottovalutato. Fortunatamente però i tempi sono cambiati e l’identità unitaria si sta facendo sempre più forte, da Nord a Sud dello Stivale.

Cenni storici

La storia dell’Unità d’Italia è stata molto travagliata, fatta soprattutto di sangue e patriottismo. Anche se come data simbolica si indica 17 marzo 1861, per arrivare ad una vera “Italia unita” si è dovuti attendere la fine della Prima Guerra Mondiale. Le due guerre d’indipendenza italiane (1848- 1849 e 1859), combattute contro il regno asburgico, e la spedizione dei Mille di Garibaldi (1860) che rovesciò il governo borbonico nel Regno delle Due Sicilie, furono gli eventi cruciali del Risorgimento che portarono all’unità d’Italia nel 1861. Tuttavia il neonato Regno d’Italia non controllava ancora il Veneto, il Lazio il Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige. Queste regioni furono poi annesse rispettivamente nel 1866, nel 1870 (con la Breccia di Porta Pia) e, infine, nel 1918. Con l’annessione del Friuli e del Trentino si arrivò quindi all’atto finale dell’unificazione del paese.

Unità d'Italia - rappresentazione del Parlamento Sabaudo di Torino
Parlamento Sabaudo, disegno tratto da Torino e suoi dintorni – guida storico-artistica, amministrativa e commerciale, di Guglielmo Stefani, Domenico Mondo (1852)

Celebrazioni dell’anniversario dell’Unità d’Italia

A differenza di altre ricorrenze, l’anniversario dell’Unità d’Italia non è un giorno festivo, ma lavorativo. Nel nostro paese, questa ricorrenza viene celebrata a carattere nazionale ogni cinquant’anni. Ad oggi infatti si ricordano soltanto i festeggiamenti del 1911 (anno di nascita ufficiale dell’anniversario), del 1961, in cui l’allora presidente della Repubblica, Giovanni Gronchi, accolse il generale francese Charles De Gaulle per celebrare la seconda guerra d’indipendenza italiana (combattuta insieme alla Francia contro l’Austria), e nel 2011, anno del 150esimo anniversario dell’Unità. Ogni anno però questa ricorrenza si festeggia soprattutto a livello locale. Ad esempio, oggi a Torino (prima capitale) riapre le porte del parlamento Subalpino, in cui avvenne la proclamazione del Regno d’Italia, con Vittorio Emanuele II re. A Roma invece, l’ANCRI (Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana) ha organizzato un evento dedicato ai “simboli della Repubblica”, promuovendo anche l’inno di Mameli e il Tricolore.

Unità d'Italia - Bandiera italiana a Roma
Foto: © Dave Kellam (CC BY 2.0)

La Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera è una ricorrenza importante che dovrebbe far riflettere sul significato della parola “unità”. La lotta tra Nord e Sud è ormai del tutto estinta, così come gli inutili “venti d’indipendenza” (soprattutto padana e veneta) degli anni passati. Oggi più che mai gli italiani sembrano essere un popolo unito. Sarà stato il tragico periodo della pandemia da Covid 19 (che ha spostato gli scontri su altri fronti) o la possibilità di una guerra alle porte d’Europa, ma storiche questioni tra Nord e Sud sembrano essere state definitivamente messe da parte. Sarà davvero così?

Anniversario dell’Unità d’Italia: il Bel Paese compie 161 anni ultima modifica: 2022-03-17T10:00:00+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x