notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Entro la metà di maggio, Capri Covid-free non sarà più un’idea ma una realtà. È quanto promesso da Vincenzo De Luca, il presidente della Regione Campania. Che ha affermato: “Faremo una campagna di promozione mondiale perché Capri libera dal Covid è un attrattore per tutta Italia“.

Capri Covid-free, l’idea di De Luca per il turismo

Non si parla solo di Capri Covid-free, in Campania, ma di un’immunizzazione di massa per tutte le località turistiche della regione. Nel corso della diretta Facebook di venerdì 30 aprile, De Luca ha parlato di vaccinazioni di massa anche a Procida e ad Ischia, e dell’apertura di hub vaccinale presso Capodichino. Promettendo di somministrare 6mila vaccini al giorno, 8mila se arriveranno. L’obiettivo è assicurare ai cittadini dell’Isola e ai turisti la certezza di continuare ad avere un’isola libera dai contagi, soprattutto nel periodo estivo. “Dopo Capri daremo priorità alle categorie turistiche delle altre zone come il Cilento e la Costiera Sorrentina” ha promesso De Luca. Che ha poi spiegato come per Capri si punti all’immunizzazione entro luglio. Non solo il comparto turistico-alberghiero verrà messo in sicurezza, ma l’intera città. Ovviamente, tutto dipenderà da quando i vaccini arriveranno.

Capri Covid-free - Veduta panoramica dal bevedere del centro di Capri (Paolo Costa Baldi | Wikipedia) GFDL/CC-BY-SA 3.0
Veduta panoramica dal bevedere del centro di Capri – Foto di Paolo Costa Baldi. Licenza: GFDL / CC BY 3.0

Se la zona gialla viene intesa come movida irresponsabile in due settimane non diventeremo zona arancione ma zona rossa. Quello che succederà dipenderà dal 50% dai nostri comportamenti e dall’altro 50% dalla campagna di vaccini. Se ci manteniamo responsabili avremo una estate di liberazione” ha commentato il governatore della Campania. Per poi chiedere a Draghi che la Campania e l’intero Sud siano trattati con parità, sia nella distribuzione dei vaccini che nella distribuzione delle risorse del fondo sanitario nazionale.

Le altre isole Covid-free

Di isole Covid-free, del resto, in Italia si parla da tempo. E Capri Covid-free non sarà l’eccezione, in questa prima estate coi vaccini anti-Covid a disposizione. Entro i primi giorni di maggio tutta la popolazione over 18 di Procida sarà vaccinata, e anche i più giovani riceveranno il siero Johnson &Johnson (l’unico modonose autorizzato in Europa). “La nostra richiesta di essere isola Covid Free non è solo legata solo al turismo, ma in particolare alla questione sanitaria. Per noi trasportare un paziente Covid sulla terra ferma è difficile e dispendioso, quindi la richiesta nasce dalla nostra fragilità” ha commentato il sindaco Raimondo Ambrosino.

Lunedì 3 maggio, le vaccinazioni partono anche nelle isole di Ponza e di Ventotene. E diverse sono le isole che mirano alla vaccinazione di massa. Tuttavia, il concetto di isole Covid-free non piace a tutti. Stefania Salmaso, epidemiologa dell’Associazione italiana di epidemiologia, nel corso della trasmissione “Agorà” su Rai 3 ha spiegato come le basi teoriche siano scarse, per diversi motivi. Innanzitutto perché, non potendo vaccinare i bambini e gli under 16, il virus tra loro può continuare a circolare. Inoltre, ha spiegato, i vaccini sono molto efficaci ma non lo sono al 100%.

Capri Covid-free. De Luca: “La promuoveremo nel mondo” ultima modifica: 2021-05-03T15:30:00+02:00 da Laura Alberti

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x