notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il 10 maggio la Casa editrice Laterza compie 120 anni. Fondata nel 1901, cinque anni dopo l’apertura della libreria, ha sempre cavalcato l’antico sogno di Giovanni Laterza cioè quello di rendere la scrittura, i libri e l’editoria, luoghi d’incontro fra anime, sensibilità e persone. Una storia tutta italiana che nasce nel 1896 quando Vito Laterza, dopo l’esperienza lavorativa ad Alessandria d’Egitto, fa ritorno a Putignano con la famiglia dello zio e decide di aprire un piccolo negozio di cartoleria e libri scolastici.

bari lungomare
Alex Centrelli, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Il rapporto della Casa editrice Laterza con Croce e Sciascia

Un punto di riferimento fondamentale per la letteratura italiana diventato tale anche grazie Benedetto Croce. Giovanni Laterza si propose inizialmente di farsi editore «di servizio» per gli autori baresi e pugliesi, con particolare attenzione ai temi della cultura tecnica, economica, commerciale, giuridica. Ma, di fronte alla difficoltà di creare un programma editoriale con le sole risorse locali, cercò subito altrove referenti autorevoli.

Proprio in questo frangente fu decisivo Benedetto Croce come si evince anche da un prezioso carteggio con l’editore dove esternava la sua ammirazione per la sfida che la Casa editrice Laterza aveva deciso di perseguire. Dal Meridione per combattere l’analfabetismo e il prevaricante monopolio culturale del positivismo piemontese, impossibile per molti ma non per la famiglia Laterza. Fondamentale anche la rete degli “amici di Casa Laterza” nata nel dopoguerra per costruire una solidarietà culturale con pensieri, incontri e consigli che hanno coinvolto anche Leonardo Sciascia. Con lo scrittore siciliano il legame è stato viscerale, un rapporto ideale tra autore ed editore che ha regalato alla letteratura “Le parrocche di Regalpetra”.

Ancora oggi le parole di Vito Laterza a Leonardo Sciascia rispecchiano l’essenza della Casa editrice sospesa tra tradizione e modernità: «Caro Sciascia, dopo aver molto cercato, abbiamo trovato un titolo che mi auguro Le piaccia: Le parrocchie di Regalpetra. Spiegheremo nel risvolto della sovraccoperta che R. è un paese che non esiste, ma che proprio per questo rappresenta bene un aspetto saliente della società meridionale: la mancanza degli scambi tra i gruppi chiusi in loro stessi, la mancanza di interessamento per la comunità, la formazione cioè di tante parrocchie che non si dialettizzano, che non cercano nemmeno di incontrarsi.»

I festeggiamenti per i 120 anni

In occasione dei 120 anni, la casa editrice Laterza pone un quesito a lettrici e lettori: «Quale libro Laterza è stato particolarmente importante per voi? Perché vi è rimasto particolarmente impresso?». Si potrà inviare una mail a [email protected] o scrivere sulla pagina Facebook della libreria o fotografando il libro e taggando la casa editrice su Instagram. A coloro che risponderanno al questi, la Casa editrice riserverà in omaggio lo speciale segnalibro a tiratura limitata, realizzato per l’occasione, con alcune delle immagini più significative della sua storia.

Fonte: laterza.it

La storia della Casa editrice Laterza

Con l’apertura della prima sede (un piccolo negozio di libri scolastici e cartoleria) a Putignano, nasce la storia della Casa editrice Laterza. Dopo poco tempo la piccola ditta individuale viene denominata ‘Gius. Laterza & Figli’, sia perché Vito è minorenne sia perché in lui c’è il proposito di coinvolgere gli altri quattro fratelli (Pasquale, Giovanni, Luigi, Francesco).

Il trasferimento a Taranto è solo un piccolo passaggio prima dell’apertura decisiva a Bari. Pasquale si occupa delle vendite al pubblico, mentre Francesco cura i rapporti con i clienti esterni. Nel 1891 si unisce a loro Luigi e avvierà l’attività della Tipografia Laterza. Giovanni rientra da Milano e apre la Libreria Laterza che poi diventerà Casa Editrice. Nel 1901 la ditta si trasforma in società che vede partecipare pariteticamente tutti i fratelli Laterza e il padre Giuseppe. Gli inizi di una leggendaria storia che dopo 120 anni è ancora uno dei patrimoni inestimabili dell’Italia.

Puglia nella storia, la Casa editrice Laterza compie 120 anni ultima modifica: 2021-05-10T09:00:00+02:00 da Claudio Cafarelli

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x