notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Covid in Italia: continuiamo a monitorare la curva dei contagi che continua imperterrita a salire. Nelle ultime 24 ore nel nostro Paese hanno contratto il virus altre 39.811 persone, per un totale di 902.490 contagiati dallo scoppio della pandemia. I nuovi decessi sono 425 mentre l’incremento dei tamponi effettuati è di 231.673. I guariti sono 5.966.

la curva dei dati del 7 novembre

La curva sale e sono alla saturazione anche i reparti di medicina interna

 “Ancora più dei numeri delle terapie intensive, il dato allarmante dal mio punto di vista è quello dei ricoveri ordinari, che sta saturando i reparti di Medicina Interna di mezza Italia. Questo è un dato su cui è assolutamente fondamentale riflettere, perché rappresenta la sofferenza del territorio e il fatto che la prima linea venga superata”.

contagi diffusi in europa e la curva sale

Così Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). La prima linea, ha proseguito, “deve essere rafforzata e messa in grado di filtrare i ricoveri. Alcuni di questi, infatti, sono ricoveri sociali, nel senso che sono persone anziane o malate che non trovano una risposta a livello domiciliare”.

In Europa un contagiato ogni 37 persone

“Senza consistenti limitazioni dei movimenti e senza un cambio sostanziale delle nostre abitudini di vita la convivenza con il virus fino al vaccino è destinata ad un clamoroso fallimento”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, parlando alla Camera dei deputati. In Europa, ha aggiunto, “sono 294.622 le persone che non sono riuscite a sconfiggere il virus, i casi confermati sono 11.863.793 e c’è un contagiato ogni 37 persone, un dato impressionante”. “Nel mondo siamo arrivati ad un contagiato ogni 164 persone. Sono 47.596.852 i casi confermati da inizio pandemia e 1.216.357 i decessi. Sono cifre che parlano da sole”.

Covid: la curva dei contagi sale senza sosta ultima modifica: 2020-11-07T17:21:06+01:00 da Redazione

Commenti