Elezione del presidente della Repubblica, la prima chiama si conclude con un nulla di fatto e centinaia di schede bianche. Nessuna intesa, dunque, tra i vari gruppi partitici che ancora non hanno trovato la quadra su un nome condiviso. Le operazioni di voto si sono svolte nel corso della seduta congiunta dei due rami del Parlamento, coordinata da Roberto Fico e Elisabetta Casellati, rispettivamente presidenti di Camera e Senato. L’elezione in tempo di pandemia ha determinato anche nuove regole sulle modalità di voto per i grandi elettori positivi al Covid.

Elezione presidente della Repubblica

La prima chiama è iniziata nel primo pomeriggio di oggi ed è andata avanti fino a poco fa. Dopo i grandi elettori che hanno chiesto di poter anticipare il voto a causa di motivate ragioni di salute, sono stati chiamati i senatori a vita. Erano presenti e hanno votato Elena Cattaneo, Mario Monti, Liliana Segre e Renzo Piano. Assenti, invece, Carlo Rubbia e Giorgio Napolitano. Dopo una breve pausa hanno poi votato i deputati.

parlamento elezione presidente della repubblica

Durante tutto il pomeriggio il nome che è circolato con grande insistenza è stato quello del premier Mario Draghi che, se fosse eletto capo dello Stato, dovrebbe lasciare la presidenza del consiglio. In verità, dopo ore di vertici e trattative per la scelta del prossimo presidente della Repubblica, questa mattina i leader dei partiti non avevano ancora il nome del candidato su cui convergere. I rappresentanti dei partiti si sono incontrati per definire la strategia da adottare nel corso di queste prime votazioni, strategia che si è risolta nella tattica della scheda bianca. Le operazioni di voto continuano domani.

Elezione presidente della Repubblica: per la prima chiama tante schede bianche ultima modifica: 2022-01-24T21:11:09+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x