Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della Lacama, la moto elettrica tutta italiana. Ma se le moto vi spaventano tranquilli, il made in Italy ha pensato a tutto. È da poco uscita infatti FreeDuck e, a dispetto del nome, non stiamo parlando di un nuovo fumetto. Si tratta invece della nuova bicicletta elettrica realizzata dalla Ducati Energia. Un altro gioiello nostrano che punta, come tradizione della Ducati, davvero in alto.

Muoversi in totale libertà e autonomia: FreeDuck!

Letteralmente FreeDuck significa anatra libera, e non è certo un nome sparato a caso. L’idea che vuole trasmettere la Ducati è proprio quella della libertà di movimento, come un’anatra libera appunto. Ma cos’è FreeDuck? È una e-bike, ovvero una bicicletta munita di un piccolo motore per la pedalata assistita. In parole povere è una bicicletta elettrica. Grazie alle sue batterie agli ioni di litio è possibile ricevere supporto durante le nostre passeggiate. È inoltre munita dei più moderni accessori presenti su un mezzo da trasporto: navigatore, sensori e la possibilità di connetterla al nostro smartphone. Grazie all’apposita app infatti, è possibile conoscere l’autonomia residua, lo stato delle gomme, i chilometri percorsi e altro ancora. Ma FreeDuck non è solo futuristica, ma anche bella e personalizzabile. Direttamente sul sito www.freeduck.it il compratore potrà scegliere colore, accessori e tipologia del modello. Perché FreeDuck è disponibile negli stili Urban, Classic, Extreme e City.

Un futuro elettrico

Ma perché negli ultimi anni i motori elettrici stanno invadendo i mercati? I motivi sono vari e spaziano su più campi e settori. Il primo è sicuramente legato all’ambiente e alla volontà di ridurre le emissioni inquinanti. Soprattutto nelle grandi città i valori della qualità dell’aria sono sempre più alti, aumentando il rischio di malattie alle vie respiratorie. Un altro aspetto che ci riguarda ancora più da vicino (dato che la salute è un tema spesso sottovalutato) riguarda il nostro portafoglio. Benzina e simili sono infatti in continuo aumento, e ogni anno la spesa per i nostri rifornimenti si fa sempre più consistente.

freeduck
La FreeDuck

Prendendo l’esempio delle e-bike, solo in Italia fino al 2015 sono state vendute oltre 56mila biciclette elettriche. E le previsioni parlano di raggiunge le 300mila unità nel 2018. Questo, oltre che all’ambiente e alla nostra salute, si sta rivelando un’ottima notizia anche in ambito economico. Stanno infatti aumentando a dismisura le aziende che decidono di investire nella produzione di motori green. Non solo i grandi colossi come la Ducati, ma anche piccole start-up. Con l’obiettivo non solo di vendere, ma anche di rendere il nostro mondo un po’ più verde.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

FreeDuck: la bici elettrica targata Ducati ultima modifica: 2017-04-19T07:11:53+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti