La Giornata Mondiale dell’Alimentazione viene celebrata in tutto il mondo il 16 ottobre. Questa speciale giornata ricorda l’anniversario della data di fondazione dell‘Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, comunemente conosciuta come FAO. In tutto il mondo si organizzano eventi sul tema dell’equa sicurezza alimentare per tutti. Il tema scelto per quest’anno è: «Le nostre azioni sono il nostro futuro. Un mondo a Fame Zero entro il 2030 è possibile».

Giornata Mondiale dell’Alimentazione: #FameZero!

La giornata mondiale dell’alimentazione fu istituita durante la 20° Conferenza Generale dell’Organizzazione nel novembre 1979. La delegazione ungherese, guidata dall’ex ministro ungherese dell’Agricoltura e dell’Alimentazione Pál Romány, svolse un ruolo preponderante durante la conferenza. L’ex ministro suggerì l’idea di celebrare la giornata mondiale dell’alimentazione in tutto il mondo per sensibilizzare sulle problematiche inerenti la povertà, la questione spinosa correlata alla fame e alla malnutrizione nel mondo. L’obiettivo principale, oltre a sensibilizzare, è quello di coinvolgere le persone, di informarle e di incoraggiarle ad agire contro questi problemi. Dal 1981 ogni anno viene proposto un tema diverso. Per il 2018 è stato scelto: Fame Zero.

Logo FAO
Logo della FAO

Un mondo a Fame Zero entro il 2030 è possibile

Il tema Fame Zero si traduce in collaborazione. La partecipazione collettiva affinché tutti, in ogni angolo del mondo, possano avere accesso ad alimenti di qualità, nutrienti, sani e sicuri. Un impegno concreto, sostenibile e che vuole coinvolgere tutti per un’ alimentazione consapevole. La fame nel mondo, purtroppo, è di nuovo in aumento. Al giorno d’oggi oltre 280 milioni di persone soffrono di denutrizione. I cambiamenti climatici, la crisi economica, le guerre e l’aumento dei livelli di obesità stanno invertendo i progressi fatti fino ad ora. Il 70% della popolazione povera vive in aree rurali.
La loro sopravvivenza è strettamente collegata all’agricoltura, alla silvicoltura e alla pesca.
La Giornata Mondiale dell’Alimentazione chiede ai governi di investire nell’agricoltura privata con programmi ad hoc per i più deboli. Per quanto riguarda i piccoli agricoltori, la richiesta è quella di adottare i nuovi metodi di agricoltura sostenibile. Come si può leggere sul sito ufficiale della FAO: «Fame Zero va oltre la risoluzione dei conflitti e la crescita economica, adottando l’approccio a lungo termine per costruire società pacifiche e inclusive».

Giornata Mondiale dell'Alimentazione
Un mondo a Fame Zero entro il 2030 è possibile

Giornata Mondiale dell’Alimentazioni: Azioni Fame Zero

Sprecare meno, mangiare meglio e adottare uno stile di vita sostenibile. Le scelte e le azioni personali possono contribuire alla causa. Il sito della FAO ha stilato una serie di consigli per realizzare lo stile di vita #FameZero. La prima azione da fare è quella di non sprecare il cibo, di congelare gli avanzi o di utilizzare gli ingredienti per un altro pasto. La seconda è quella di produrre di più con meno, in particolare: trovare modi nuovi e più produttivi per coltivare e diversificare i raccolti. La terza: dieta sana e sostenibile; pochi ingredienti, ma sani e nutrienti. La quarta: sostenere #FameZero. Condividere conoscenze, sviluppare risorse e strategie. Ogni singolo cittadino può lavorare e contribuire attivamente per un mondo a fame zero. Qui tutti gli eventi organizzati per il 16 ottobre 2018.

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”

Giornata Mondiale dell’Alimentazione: 16 ottobre ultima modifica: 2018-10-16T09:00:44+00:00 da Cristina Gatto

Commenti