notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forse l’immagine che fra le moltissime altre ha reso Raffaella Carrà un’icona dello spettacolo italiano è quella del Tuca Tuca a Canzonissima 1971. La grandissima show girl, una vera one-woman show, compie oggi 78 anni, la maggior parte dei quali passati sul palcoscenico che l’ha vista destreggiarsi sempre con grande successo tra cinema, televisione, musica e teatro. Un talento e una popolarità a 360 gradi, regina delle grandi dive in Italia ma anche all’estero, dove forse è la più amata e la più conosciuta tra le donne dello spettacolo italiano. Spagna, Argentina, Cile, solo per ricordare i più importanti, sono i Paesi dove è stata protagonista di decine di programmi televisivi. E proprio la Spagna, dove era arrivata per la prima volta nel 1976, le ha fatto da trampolino di lancio per l’America Latina. Qui ha avuto uguale successo.

Canzonissima e il Tuca Tuca di Raffaella Carrà con Alberto Sordi

Raffaella Maria Roberta Pelloni nasce nel 1943 a Bologna da padre siciliano e madre romagnola, vive fino a otto anni a Bellaria e già da piccola ha una grande passione per la Tv. Sono gli anni del Musichiere, che pare le piaccia molto. Forse già allora vedeva quello che la Tv avrebbe rappresentato nel suo futuro. In quei primi anni però la sua vera passione è la danza, ed è per questo che si trasferisce a Roma per frequentare l’Accademia Nazionale. A Roma, dove frequenta anche il Centro Sperimentale di Cinematografia, interpreta, ancora bambina, piccoli ruoli in alcuni film.

Raffaella Carrà
(ph credit: sara b., CC BY-SA 2.0)

Negli anni Sessanta cambia cognome, da Pelloni a Carrà, come quello del famoso pittore. Il grande successo arriva all’inizio degli anni Settanta con la televisione, quello che sarà il suo principale palcoscenico in Italia e all’estero. Da lì comincerà una lunghissima serie di trionfi. Canzonissima del 1970 con la sigla Ma che musica maestro!, 200 mila copie vendute. Canzonissima 1971 e il Tuca Tuca. Un balletto molto osé per quei tempi. Fece scandalo perché la Carrà ballava con un costume che lasciava l’ombelico scoperto. Indimenticabile il suo Tuca Tuca insieme ad Alberto Sordi.

Ogni programma una canzone, i grandi successi di Raffaella

Iniziano le tournée all’estero e seguono tanti altri programmi Tv spesso segnati da nuove canzoni di grandissimo successo. Tanti auguri (famoso il ritornello Com’è bello far l’amore da Trieste in giù) sigla del varietà Ma che sera (1978). Nel 1982 è la volta della sigla Ballo Ballo della trasmissione Fantastico 3 (con una media di 25 milioni di spettatori a serata). Dal 1983 la Carrà si afferma anche come conduttrice in Pronto Raffaella.

Pronto Raffaella
Pronto Raffaella

Questo programma le varrà il titolo di Personaggio televisivo femminile a livello europeo assegnato dall’European Tv Magazines Association. Senza dimenticare i tanti dischi d’oro, di platino e i numerosi riconoscimenti ricevuti anche all’estero. E ancora la trasmissione Carràmba! Che sorpresa, abbinata alla Lotteria Italia e grande successo della seconda metà degli anni Novanta.

Ballo Ballo, il musical dedicato dal regista Nacho Alvarez a questa regina del varietà

Raffaella Carrà, la regina del varietà. Nel suo essere versatile ha saputo dimostrare in ogni sua esperienza una straordinaria professionalità che l’ha accompagnata in un’ascesa inarrestabile segnando la storia dello spettacolo italiano e internazionale. Una carriera sfolgorante, dalla quale nel 2016 ha deciso di ritirarsi per dare spazio a nuovi talenti. Questo non ha impedito che nel 2018 Raffaella Carrà sia stata insignita dell’onorificenza spagnola di Dama “al Orden del Mérito Civil”. E solo qualche mese fa, lo scorso gennaio, la sua straordinaria carriera è stata ripercorsa nel musical Ballo Ballo del regista ispano-uruguaiano Nacho Álvarez. Un omaggio a Raffaella Carrà e a tutto quello che la regina del varietà ha espresso nella sua lunga carriera. “Una star dal fascino magnetico”, l’ha definita nelle sue interviste il regista, che l’ha conosciuto durante la sua adolescenza attraverso alcuni video trasmessi in Tv. La colonna sonora di Ballo Ballo ripercorre i più grandi successi della Carrà.

Oggi la sua festa di compleanno, avere 78 anni e non dimostrarli. Auguri Raffaella!

(ph credit immagine in evidenza: pagina Fb Raffaella Carrà Forever)

Gli straordinari 78 anni di Raffaella Carrà ultima modifica: 2021-06-18T15:30:00+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x