notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

I libri sono una compagnia, specialmente in questi giorni in cui si deve restare a casa per non alimentare la trasmissione del Covid-19. Allora diamo spazio alle letture a tema, alla saggistica, ma anche a storie d’evasione. Condividiamo sui social le letture scelte per sentirci meno soli. Dunque proviamo a leggere un bel libro di un autore italiano.

Libri da asporto

Pensare che il 2020 si è aperto con decine e decine di librerie italiane costrette ad annunciare la loro chiusura. Invece, in questi giorni difficili di quarantena soffre anche l’editoria e il mercato del libro. I librai sono messi a dura prova. Ecco allora che in Italia nasce un servizio pensato ad hoc per supportare le librerie indipendenti. Nascono le librerie da asporto. Un modo per lavorare in questo periodo attraverso un servizio di consegna dei libri ai propri clienti senza spese di trasporto. Si tratta di un servizio di consegna a titolo totalmente gratuito per la libreria e per il cliente. Infatti è sostenuto economicamente dagli editori tramite una raccolta fondi. Certamente è un servizio garantito fino a esaurimento dei fondi raccolti. Il sostegno degli editori permette al momento ai librai di mantenere i rapporti con i loro lettori fino a emergenza rientrata.

Un viaggio per conoscerci

Dobbiamo restare a casa e allora perché non viaggiare con la mente? Fra gli scrittori italiani più interessanti del nostro tempo troviamo Claudio Magris. Si parla di uno dei maggiori autori italiani contemporanei. Nella nostra biblioteca di casa non può certo mancare L’infinito viaggiare. In questa opera Magris parla di come esistono luoghi che ci affascinano perché appaiono radicalmente diversi da quelli a noi familiari. Altri invece ci incantano per la loro familiarità. Conoscere è spesso come riconoscere. Il noto e il familiare, li riscopriamo continuamente nel nostro viaggiare, arricchendoci. Mentre il viaggio più affascinante è sempre il ritorno. Come nell’Odissea, Magris riflette sul senso del viaggio. Infatti suggerisce il viaggio inteso come esistenza stessa della persona.

I libri come viaggio

Il viaggio dell’autore, è un viaggio utopico ed esistenziale. L’autore in fine instaura un dialogo introspettivo, riflettendo sulle esperienze della vita. Secondo Magris l’esperienza porta alla conoscenza personale. Allo stesso modo, nel suo libro, i luoghi, le persone, le culture, diventano la sua geografia interiore.

I libri sono un viaggio anche per i bambini

Per i più piccoli c’è il libro Come casa mia. Un libro adatto dagli 8 anni di età che parla di come sono evolute nel tempo le case e le mette a confronto. I bambini possono giocare con le alette da sollevare, così il libro mostra l’esterno e l’interno dei vari edifici. Grazie a questo testo animato, i bambini visitano una capanna del paleolitico o un’abitazione in terra di Çatal Hüyük. Allo stesso modo è possibile varcare la soglia di una ricca domus romana di Pompei. E ancora, è possibile conoscere alcuni degli architetti più famosi della storia. I piccoli possono scoprire il modo di concepire le case e i progetti di questi grandi architetti e delle loro opere.

i libri adatti ai bambini

Ugualmente si propone ai bambini di giocare con carta millimetrata e matita per disegnare una casa. Infatti il libro è ricco di illustrazioni chiare e dettagliate, box con curiosità e semplici attività. Tutto serve a stimolare i piccoli lettori a confrontare le case che incontrano con il proprio modo di vivere la casa.

#l’Italianelcuore

I libri sono una compagnia: leggiamo italiano ultima modifica: 2020-04-06T09:00:00+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti