notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Per conoscere a fondo una città devi viverla, ne devi sentire gli odori, i rumori, ne devi vivere le abitudini e le contraddizioni. Ne devi prima conoscere le origini, la storia che l’ha modellata fino a renderla ciò che è oggi. Per affermare di conoscere Milano bisogna prima aver visitato una pietra miliare della sua storia, il Castello Sforzesco.

La storia del Castello Sforzesco

È una fortificazione medioevale che affonda le sue radici nel tardo Medioevo. Questo gigante, si erge sulle “ceneri” di un altro castello che nel quattordicesimo secolo fu sede militare prima, casa nobiliare poi, il castello di Porta Giovia.

Castello Sforzesco - esterno

La “costruzione” del Castello fu voluta dal Capitano di ventura Francesco Sforza, che ne fece sua dimora. I lavori ebbero inizio nel 1450. Da questa che possiamo definire una rinascita, più che una ricostruzione venne fuori un castello immenso. Ancora oggi vanta dimensioni da record, infatti è tra i castelli medioevali più grandi d’Europa.

L’interno del castello

All’interno delle mura e delle stanze della fortezza, la storia e l’arte fanno capolino. Le dimensioni, estreme per certi versi, del castello hanno dato modo ad architetti, artisti e personaggi di spicco delle varie epoche, di lasciare un pezzo della loro arte senza però mai snaturarne l’essenza. Come accade per quasi tutti i castelli con origini così antiche, sono state numerose le proprietà ed i personaggi che vi hanno vissuto. Da figure nobiliari ad illustri “uomini di guerra”, tra cui Napoleone Bonaparte, fino alla sua definitiva ristrutturazione alla fine del diciannovesimo secolo per mano dello storico politico ed architetto Luca Beltrami.

Castello Sforzesco - visto da fuori

I musei nel Castello Sforzesco

La storia di questo castello è molto complessa ed articolata, fatta di continui attacchi, demolizioni e ricostruzioni. Per fortuna nostra e delle generazioni a seguire, il castello divenne sede di enormi ricchezze culturali, di valenza storica ed artistica ineguagliabili. Infatti all’interno della fortezza numerosi musei, biblioteche, archivi e mostre trovano spazio. Troverete questo immenso custode di sapienza a pochi minuti d’auto dal centro storico di Milano. È facilmente raggiungibile con la metropolitana. Meglio prenotare i biglietti per la visita, direttamente dal sito. È proprio forse per le sue dimensioni, o anche per la sua storia, che la fortificazione oggi ospita un numero impressionante di mostre, musei, raccolte, archivi e biblioteche. Di seguito solo un assaggio di ciò che potrete visitare.

I musei

Museo Pietà Rondanini-Michelangelo che prende il nome proprio dal grande scultore toscano che negli anni della costruzione del castello diede vita ad opere come La Pietà.

Castello Sforzesco - primo piano del Duomo di Milano

Museo d’Arte antica, che ospita opere che vanno dal quinto secolo fino al rinascimento. Il museo delle Sculture Lignee, il museo delle Arti Decorative, il museo Archeologico Egizio, Sala delle Asse – Leonardo Da Vinci, la pinacoteca, la biblioteca d’arte, la biblioteca archeologica e numismatica e numerose altre raccolte, sale piene d’arte e storia.

Milano

Milano capitale mondiale della moda, sede della “borsa” e capitale italiana della movida. Famosa anche per il suo Duomo, ha origini antichissime, ed un ruolo fondamentale per l’economia di tutta la nazione. Se non siete mai stati a Milano dovete necessariamente recuperare.

Il Castello Sforzesco a Milano, più di 700 anni di storia ultima modifica: 2020-01-02T10:45:18+01:00 da Dalia Grasso

Commenti