Il Giro di Sicilia, è una gara ciclistica che ha un po’ il fascino dell’epopea; per i percorsi, i panorami, le pietre che trasudano storia e l’ospitalità della gente, unica e tipica del sud. La gara è organizzata dal “GS Mediterraneo”, sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana.

il giro di Sicilia - immagine di ciclisti

L’obiettivo del Giro di Sicilia, è far conoscere luoghi di grande bellezza e pregio naturalistico della Trinacria; senza trascurare i prodotti locali gastronomici e artigianali. All’interno della gara, lungo il percorso, ci saranno anche prove cronometrate in salita. L’edizione 2019 prevede quattro tappe su cinquecento chilometri, che inizieranno il ventisette aprile e termineranno il due di maggio, in cui vedremo sia tratti ciclo turistici, sia appunto cronometrati.

ASD GS Mediterraneo

La “ASD GS Mediterraneo”, costituitasi nel 2003 per promuovere il ciclismo, non solo come sport, ma anche come chiave di volta per esplorare meravigliosi territori; entrando così in contatto con identità culturali, unendo il binomio, “fisico e mente”, stimolando le nuove generazioni. Riguardo lo sport amatoriale, il GS Mediterraneo, crede che sia importante rinnovare il ciclismo, rendendolo, dinamico, divertente e itinerante. Gli appassionati di ciclismo sono entusiasti per il ritorno del grande ciclismo in Sicilia!

il giro di Sicilia - ciclista in fuga

Finalmente, lo spettacolo delle due ruote sbarca sull’isola con quattro tappe che sulla carta si presentano bellissime, emozionanti per i percorsi. Ci sarà, molto suggestiva, la chiusura spettacolare in salita, come si conviene al grande ciclismo, in cima all’Etna. Erano ben quarantadue anni che mancava il Giro di Sicilia dai calendari del ciclismo, e l’occasione sta trovando non solo nuovi fan, ma tanti vecchi appassionati.

Le tappe del giro di Sicilia

Una corsa storica tra le più romantiche, ricca di fascino, nata nel 1907 e interrotta nel 1977 che ha tra i vincitori campioni assoluti; come Beppe Saronni e Roger De Vlaeminck, è molto attesa e fervono i preparativi. Nel percorso i ciclisti dovranno fronteggiare tappe straordinarie, toccando il Colle San Rizzo, Taormina, Milazzo, Petralia Soprana, Palermo, Vittoria, Comiso, e Giardini Naxos.

il giro di Sicilia - ciclista in fuga in curva

Come dicevamo, l’arrivo sarà sull’Etna, evocando la vittoria di Contador nel 2011 al Giro d’Italia. Scaldando le ruote, il due aprile alle ore diciotto, nel Centro Fieristico “Le Ciminiere” di Catania, saranno presentate le maglie del Giro di Sicilia. Poi la prima tappa sarà Catania – Milazzo con 165 Km da percorrere. Sarà una tappa per lo più pianeggiante, tranne la scalata di Colle San Rizzo dopo Messina. La seconda tappa sarà di duecentotrentasei Km, da Capo D’Orlando – Palermo.

Da Capo D’Orlando a Palermo

Sarà una tappa in cui vedremo sia un percorso pianeggiante, sia in salita; prima si parte scivolando lungo la costa, e poi ci si addentrerà nell’entroterra in montagna fino a Geraci Siculo, fino a  Petralia Soprana. Successivamente si scenderà di nuovo sulla costa fino a Palermo. La terza tappa, sarà Caltanissetta – Ragusa con centoottantotto km.

il giro di sicilia - simbolo della sicilia
simbolo della Sicilia

Il percorso si dipanerà nell’entroterra, tra sali e scendi, caratterizzata per buona parte, da un susseguirsi di curve per almeno centoventi km. Si arriverà a Vittoria, dove la strada si farà pianeggiante. La quarta tappa andrà dai Giardini Naxos all’Etna, con centodiciannove Km; divisa in due parti ben distinte. La prima sezione sarà l’ascesa verso la vetta dell’Etna, fino ai 1000 metri d’altezza. Poi si scenderà fino alla base della salita finale che inizia a Nicolosi.

Dal Gran fondo del Mediterraneo a La domenica Favorita

La “ASD GS Mediterraneo” vanta al suo attivo l’organizzazione di diversi eventi ciclistici, come il Granfondo del Mediterraneo, Randonnée Palermo e CX Favorita; e anche manifestazioni socio culturali come La Domenica Favorita. Dal 2017 l’ASD GS Mediterraneo, ha intavolato un progetto, che è una “mission” per portare i giovani ad amare lo sport; specialmente il ciclismo tra i bambini dagli otto ai dodici anni.

il giro di Sicilia - paesaggio con montagne

Dunque, il Giro di Sicilia 2019 è un’ottima occasione, e l’isola si appresta a tornare tra i “big” del grande ciclismo. Quelle che si attendono, saranno sicuramente tappe da brivido, e arroventate dal tifo che si sta organizzando al meglio sui social, per le diciotto formazioni al via, con sette corridori ciascuna.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Il giro di Sicilia torna alla grande e sale sull’Etna! ultima modifica: 2019-04-02T09:00:52+02:00 da Simona Aiuti

Commenti