notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Fa paura ma la spettacolarità di questo fenomeno affascina ogni volta. Etna è tornato a “ruggire”. Si perché ciò che si sta verificando da alcune ore nel vulcano siciliano è davvero uno spettacolo. Un’eruzione che si sta registrando dal cratere di Sud-est. Non solo una potente eruzione ma anche l’emissione di una alta nube di cenere lavica che si disperde verso sud. E così il ruggito dell’Etna fa paura a molti. Ma anche affascina perché è un fenomeno naturale che da mesi torna a ripresentarsi. Per fronteggiare però ad un’eventuale crisi le autorità si sono riunite per valutare ogni possibile intervento. Come l’unità di crisi dell’aeroporto.

Il ruggito dell’Etna visibile da lontano

E in questo video che sta circolando in rete si possono ammirare i momenti dell’eruzione. Uno spettacolo della natura che cattura tutti.

Le indagini tecniche: fa paura il ruggito dell’Etna

E il ruggito dell’Etna è stato tenuto sotto controllo. Infatti secondo i tecnici e i ricercatori dell’Osservatorio etneo, già da lunedì il vulcano era sotto controllo per l’intensificarsi dell’attività esplosiva. Dai primi rilievi che sono stati effettuati nella zona del catanese non ci sarebbero stati pericoli. Infatti l’esplosione si è verificata molto in alto e non ha interessato case e persone. Ma si stanno anche valutando altri fattori. Infatti secondo gli esperti, ci sarebbero alcune lesioni superficiali alla bocca del cratere che i tecnici stanno cercando di valutare.

Il fenomeno nuovo

E proprio queste piccole lesioni sono state controllate. Infatti il ruggito dell’Etna e la forte esplosione hanno dato origine a fontane di lava, una gigantesca nuvola di cenere sopra la montagna e lapilli vulcanici arrivati fino a Catania. Lo spettacolo naturale e la colonna di fumo è visibile da oltre cento chilometri. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha segnalato l’emissione lavica lungo la parete occidentale della Valle del Bove, dove il fronte lavico ha raggiunto la quota di circa duemila metri sul livello del mare.

Pioggia di pietre su Catania

Il monitoraggio sull’Etna quindi continua. E infatti è da oltre sessanta giorni che si verificano diversi fenomeni. Adesso fontane di lava, cenere e pioggia di lapilli hanno raggiunto Catania. E infatti l’Aeroporto internazionale di Catania ha sospeso la propria operatività per l’emergenza cenere lavica. La colonna di fumo e cenere emessa dal cratere di Sud-Est è alta oltre un chilometro e il buio non consente di garantire la sicurezza dei voli.

Gli esperti dell’Ingv hanno anche assicurato che l’attività esplosiva non ha interessato i centri abitati della zona vicini al vulcano. Stefano Branca, direttore dell’Ingv a Catania ha spiegato all’agenzia Agi che l’evento in corso “non è assolutamente preoccupante” e fa parte della normale attività del vulcano. E ha tranquillizzato :“ne abbiamo viste di peggio”.

Il ruggito dell’Etna, lo spettacolo della natura in Sicilia ultima modifica: 2021-02-16T20:20:57+01:00 da Federica Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x