notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ben presto le Isole Borromee saranno tutte collegate da una passerella galleggiante. È questa l’idea per attirare nuovamente i turisti dopo più di un anno di reclusione e restrizioni dovuti al Covid-19.
Il piano non affonda le radici nel mondo della politica, bensì in quello imprenditoriale. Si proporrà al pubblico la chance di muoversi liberamente tra un’isola e l’altra in totale autonomia. Il progetto prende il nome di “Lago Maggiore Light Bridge”. Qualcosa di non totalmente originale, che strizza l’occhio al Floating Piers, realizzato nel 2016 sul Lago di Iseo dal celebre artista Christo.
Ciò consente di chiarire un concetto semplice. Si tratta di una proposta attuabile, di garantito successo e in grado di attirare pubblico. Non è ancora chiaro, però, se l’autorizzazione ai lavori verrà data per tutte le Isole Borromee o soltanto per due di esse: Isola Bella e Isola dei Pescatori.

Lago Maggiore Light Bridge - Isole Borromee
Lago Maggiore Light Bridge – Isole Borromee – Fonte: https://www.facebook.com/LagoMaggioreLightBridge

Passerella tra le Isole Borromee: il progetto

L’idea della realizzazione di una passerella galleggiante è il frutto del lavoro di un gruppo di imprenditori locali. Al suo interno vi sono proprietari d’alberghi, locali e ristoranti dell’area di Verbania. Tutti loro si sono detti disponibili a finanziare la costruzione, così da rilanciare il turismo nella zona.
Il portavoce è l’albergatore Antonio Zacchera. Questi ha commissionato uno studio di fattibilità a dei professionisti, che hanno svolto il compito in pochi giorni. Tutto nei tempi previsti per la presentazione al Governo della Regione Piemonte. Ciò al fine di poter rientrare nel Piano nazionale di resistenza e resilienza, al quale possono concorrere anche i privati.
Ecco le parole di Zacchera: “L’idea è piaciuta anche alla famiglia Borromeo, che si riserva di aderire in seguito, quando il progetto sarà operativo. Con un investimento di 800-850 mila euro, potremmo avere una ricaduta di 26 milioni di euro nel corso dei prossimi sei anni”.

Isole Borromee

Come sarà la passerella

Ciò che “Lago Maggiore Light Bridge” propone è un’attrazione turistica vera e propria. Una passeggiata sulle acque, del tutto gratuita, che garantisce un punto di vista unico. Offrire questa chance di spostamento è anche un modo per migliorare l’imbatto ambientale del settore turistico su quest’area splendida.
L’ecosostenibilità del progetto è tutta nella netta diminuzione di biglietti staccati per traghetti e piccole imbarcazioni private. Poter raggiungere le isole a piedi, godendo di un panorama da sogno, è di per sé una mano tesa all’ambiente da proteggere.

Isole Borromee

Le ipotesi al vaglio per i percorsi sono due, al momento. In ogni caso si vedrebbero collegate le isole, valorizzando lo scoglio della Malghera, punto mediano del percorso. Quest’ultimo potrebbe essere semplicemente aggirato o, in caso di permessi, integrato e reso parte del percorso pedonale sulle acque.
In merito si è espresso l’architetto Emanuele Bortolotti, tra i firmatari del progetto. Ecco le sue parole: “Alberto Padulazzi (ingegnere firmatario) si è occupato delle soluzioni tecniche da adottare per consentire l’adattarsi ai mutamenti di livello del lago. Tre sono le tipologie di pontili galleggianti al vaglio. Il progetto è di certo realizzabile ma è fondamentale valutare attentamente ogni singolo aspetto”.

Lago Maggiore Light Bridge, una passerella tra le Isole Borromee ultima modifica: 2021-06-08T12:30:00+02:00 da Luca Incoronato

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x