notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ricorre quest’anno il quarantesimo anniversario della strage di Bologna avvenuto alla stazione il 2 agosto 1980. Bologna si prepara a commemorare l’anniversario più doloroso della sua storia recente. Tutte le cerimonie, saranno nel rispetto delle misure di contenimento anti contagio.

strage di bologna - esterno della stazione e i primi soccorsi

Bologna una strage che non possiamo dimenticare

Era il 2 agosto del 1980. Alle 10.25 una deflagrazione ferma la vita dei bolognesi e dell’Italia tutta. È il più grave attentato terroristico nel periodo degli anni di Piombo che si aggiunge, ahinoi!, alla strage di piazza Fontana del 12 dicembre 1969, a quella di piazza della Loggia del 1974. Mandanti ed esecutori materiali erano legati all’estrema destra e ai servizi segreti deviati ma, ancora oggi dopo quarant’anni molti sono i punti oscuri. Resta comunque il ricordo di un gesto legato alla strategia della tensione, che era molto comune negli anni Settanta.

strage di bologna - orologio che segna le 10,25

Nello scoppio alla stazione rimasero uccise 85 persone un bilancio drammatico a cui si aggiunsero oltre 200 feriti. Per chi c’era in quegli anni le immagini che venivano trasmesse dai tg nazionali della devastazione restano indelebili. L’orologio della stazione fermo all’ora dello scoppio dell’ordigno è icona, ricordo e monito perché non si verifichi più nulla di simile.

La strage a quarant’anni di distanza

Il quarantesimo anniversario come sottolinea il sindaco “è un anno particolare … È l’anno in cui si aprirà il processo sui mandanti … il Comune di Bologna sarà parte civile … noi di certo abbiamo il dovere di essere al fianco dei familiari, di supportarli.” Un anno importante, quindi, in cui si spera si possa fare luce su un fatto atroce come la strage della stazione. Ci saranno tanti momenti suggestivi a ricordare il triste avvenimento. Purtroppo non si terrà il corteo per le vie cittadine.

strage di bologna - corteo di manifestanti
Il corteo del trentennale

Però ci sarà una cerimonia a piazza Maggiore, a ingressi contingentati, che ricorderà quei momenti drammatici. Alle 10.25 si ascolterà “il fischio che in tutti questi anni ha lacerato l’aria come la bomba lacerò vite e speranze” sottolinea il primo cittadino. In modo dimesso ma, non si smetterà di rievocare i tantissimi bolognesi che quel giorno hanno affollato la piazza sentendosi comunità.

Tanti momenti per non dimenticare

Per accedere alla piazza e agli eventi in programma bisognerà prenotarsi con le modalità messe a disposizione dal Comune. Sarà possibile prenotare il proprio posto sul sito della Cineteca di Bologna, sul sito del Comune ma, anche sulle pagine istituzionali Facebook, Twitter, Instagram e sul canale Telegram. Per il 40° anniversario è stato pensato da Poste Italiane un annullo filatelico dedicato.

strage di bologna - lo squarcio con la lapide con i nomi dei morti

L’immagine è stata realizzata da Gaia Merli, studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, vincitrice del progetto Poster for the City a cura del professor Danilo Danisi. Per garantire la partecipazione di tutti i bolognesi alla commemorazione, il comune ha pensato di realizzare una diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna che potrà essere seguita anche su Facebook. Tanti comunque gli appuntamenti previsti a latere della cerimonia ufficiale che, inizieranno già nei giorni precedenti. Dibattiti, incontri, concerti, installazioni artistiche, l’intero programma può essere consultato sui canali ufficiali del comune.

La strage di Bologna. Il 2 agosto il 40° anniversario ultima modifica: 2020-08-02T10:40:00+02:00 da Gianna Maione

Commenti