notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ultimamente l’attenzione per ridurre o eliminare definitivamente la plastica è sempre più pressante. A chiederlo è la nostra stessa Terra che ormai non riesce più a contenere le conseguenze inquinanti della nostra vita. E così, tra le proteste nelle piazze il venerdì e le direttive europee, le orecchie si sono aperte ad una voce importante. Ma tutti noi, nel piccolo, possiamo fare qualcosa. Infatti, c’è chi ha pensato a qualche piccolo passo da muovere. E Andrea Marangio ha proposto le cannucce di pasta.

cannucce di pasta - bucatini crudi
Foto di Popo le Chien – Opera propria – CC0

La pasta: la tradizione italiana

Era già il periodo che intercorreva tra il XIV e il XV secolo quando si iniziano a raccogliere testimonianze sulle ricette che comprendevano l’utilizzo di pasta. In particolare, noi italiani abbiamo infinite tipologie di pasta. Dai maccheroni alle penne, dai vermicelli agli spaghetti. Ma due sono le tipologie di pasta che danno origine alle altre. Se da un lato abbiamo la pasta ricavata dall’uso del mattarello, dall’altro abbiamo la pasta lavorata con le mani. In seguito, nel XVI secolo, Bartolomeo Scappi darà vita ad una nuova famiglia della pasta, da cui derivano i formati più piccoli utili per le minestre. Inoltre, la pasta si presta a innumerevoli modi per essere cucinata. La romana cacio e pepe stuzzica tutti i palati, la pasta con il ragù alla bolognese richiede parecchio tempo. Invece la carbonara è rustica e prelibata. Ed ora arriva un altro utilizzo: le cannucce di pasta.

Pasta al sugo - Cannucce di pasta

Andrea Marangio: tanti anni di esperienza e l’idea vincente delle cannucce di pasta

Le alternative ecosostenibili per evitare lo spreco di plastica spesso rappresentano un costo enorme per le aziende. Nonostante ciò, è morale umana e lungimiranza per il futuro adottarle. E così, Andrea Marangio, un barman toscano dall’incredibile esperienza professionale, ha avuto un’idea geniale. Eliminando le perplessità sulle cannucce di carta o l’enorme esborso economico per quelle in metallo, ha dato spazio alle cannucce di pasta. La tipologia di pasta che ha scelto è quella delle zite. Biodegradabili, non fragili e anche esteticamente belle. Per il cocktail perfetto, le cannucce di pasta nascono leggermente modificate rispetto alla pasta normale. Ovviamente, per aderire perfettamente alle funzioni di una normale cannuccia. E con qualche piccolo accorgimento, è possibile utilizzarle per un cocktail in compagna.

Cannucce di pasta - un brindisi con gli amici

Dal Nord al Sud: le cannucce di pasta iniziano a spopolare

L’idea delle cannucce di pasta è allettante sotto molteplici punti di vista. In Italia, in molti hanno seguito l’esempio di Andrea Marangio. Ad esempio, il lido Dum Dum Republic a Paestum, ha eliminato 20 mila cannucce in due mesi, registrando risultati sorprendenti. Sempre il sito balneare si è distinto per le sue idee all’avanguardia, vincendo anche il premio Fabbrica delle idee 2018. A Bologna, invece, con il progetto ButtaLaPlastica, un gruppo di studentesse ha convinto dei bar a sostituire le cannucce di plastica con quelle di pasta. E tutte queste persone che, nel loro piccolo, tentano di fare qualcosa saranno presto una marea, dimostrando che un cambiamento è possibile. Anche se si inizia con una piccola cannuccia di pasta.

Le cannucce di pasta: l’idea ecosostenibile di Andrea Marangio ultima modifica: 2019-12-20T09:00:00+01:00 da Elena Morrone

Commenti