notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Le Gole dell’Alcantara sono uno di quei magnifici scenari che offre la Sicilia. Si tratta di un canyon naturale che lascia senza fiato per i suoi tratti così fiabeschi e al contempo terrificanti, per le sue leggende che si narrano da secoli e per quelle acque così ghiacciate alle quali però non si può resistere

Le Gole dell'Alcantara che affascinano con il loro rude paesaggio roccioso

. Si parte per un viaggio all’insegna della scoperta del territorio, tra mito e realtà, tra storia e credenze, dove la natura resta l’assoluta protagonista.

Le Gole dell’Alcantara: anguste rocce o canyon ospitale?

Un tempo erano conosciute con il nome di Gole di Larderia, attorno alle quali aleggiavano storie mitiche o spaventose, rese ancora più reali dalle anguste pareti rocciosi che caratterizzano questo grande canyon. Oggi preferiamo chiamarle Gole dell’Alcantara e esaltare quel lato suggestivo che le rende così uniche: proprio una meta da non perdere! Per visitarle bisogna spingersi tra Motta Camastra e Castiglione di Sicilia, entroterra siciliano, per giungere poi al cospetto di pareti rocciose di ben 50 metri! L’omonimo fiume che le attraversa, Alcantara, rende il paesaggio affascinante e accoglie ogni anno migliaia di visitatori, soprattutto in estate.

Turisti che fanno il bagno nelle Gole dell'Alcantara
In tanti in estate sfidano le acque gelide per fare un tuffo nel fiume

Ma pare che solo i più temerari riescano ad immergersi nelle sue acque, famose per essere gelide: si parla di circa 8 gradi! Questo però non spaventa la folla di curiosi, probabilmente pronta a verificare di persona che abbia davvero dei poteri magici. Il mito racconta che due divinità furono legate a questo luogo mistico, il dio Vulcano e la dea Venere. La bella dea amava fare il bagno nel fiume Alcantara e il dio Vulcano ben presto se ne invaghì, tanto da regalarle acque calde perennemente. Ma non bastò per conquistare la fanciulla. Così l’ira di Vulcano si scatenò contro le stesse acque che da caldissime divennero gelide in modo permanente.

Le attività da fare per sfidare la natura

Per secoli le leggende popolari hanno raccontato storie inquietanti sulle Gole dell’Alcantara. Addirittura pare nelle sue acque abbia dimorato anche un mostro marino! Ma oggi queste storie sono parte integrante del passato e si vive con maggiore interesse per il paesaggio e per le attività che offre. Si può fare trekking fluviale oppure body rafting, previsto anche in versione baby, per provare l’adrenalina di acque movimentate. Ovviamente sono attività che non prevedono il semplice costume, ma le dovute precauzioni per proteggersi dai rischi e dalla temperatura dell’acqua.

Alle Gole dell'Alcantara ci sono turisti che fanno escursioni
I turisti amano fare escursioni in questo territorio incastonato tra rocce e fiume

Ma chi vuole semplicemente godersi una giornata di relax può optare per una lunga sosta nella spiaggetta delle Gole. Qualcuno dice che lì le acque siano più calde per concedersi qualche bagno più lungo: sarà davvero così? Provare per credere! Chi non si sente, invece, di rischiare può scegliere di fare una passeggiata sul sentiero naturalistico delle Gole dell’Alcantara. Rappresenta il luogo ideale per ammirare il paesaggio e fare qualche scatto memorabile da portare come souvenir al rientro a casa. Le rocce impervie consentono anche di fare trekking, ma attenzione: sono molto scivolose e meglio lasciar perdere se non si possiede la giusta esperienza o attrezzatura. Il territorio è splendido: non vi resta che lasciarvi avvolgere dalla potenza della natura che si sprigiona nelle Gole dell’Alcantara.

Le Gole dell’Alcantara, maestoso scenario tra mito e realtà ultima modifica: 2019-07-12T09:00:43+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti