Il cioccolato è ricco di importanti nutrienti. Ma quali sono le differenze tra fondente, al latte e bianco?

Le feste pasquali sono state l’occasione giusta per togliersi la voglia di cioccolato, senza troppi sensi di colpa. Anche chi non è goloso e non è più bambino difficilmente rinuncia al piacere di rompere il tradizionale uovo e di gustarne scaglie a volontà.

Ma quali sono le virtù di questo alimento e come consumarlo nel modo migliore?

Ma quali sono le virtù di questo alimento e come consumarlo nel modo migliore?

Il cioccolato viene spesso demonizzato per il suo potere calorico. Oltre 500 calorie ogni 100 g. Però esistono evidenze scientifiche sul benefico effetto per l’organismo del cacao, la materia prima del cioccolato.

E’ importante distinguere i vari tipi e considerare in particolare i benefici del fondente o extrafondente. Quello cioè che contiene almeno il 45% di cacao per arrivare fino al 90% . Questo viene chiamato “l’oro nero”.

Più è scuro, maggiore è la percentuale di cacao e tanto maggiore è la presenza di flavonoidi. Il cioccolato fondente contiene un maggior numero di polifenoli, che conferiscono quel caratteristico sapore un po’ amarognolo. I polifenoli sono degli antiossidanti e derivano dal metabolismo secondario delle piante. In natura se ne contano circa 4 mila che agiscono contro i radicali liberi e prevengono l’ossidazione delle cellule. I flavonoidi rappresentano la tipologia più grande.

Il cioccolato è un antidepressivo naturale

Il cioccolato incide anche positivamente sulla pressione arteriosa. Riduce le infiammazioni ed i processi neurodegenerativi. Inoltre, aumenta la produzione di serotonina, l’ormone prodotto dal nostro cervello, il quale induce quello che genericamente viene definito buonumore.

Esso  quindi ha un effetto antidepressivo naturale. In più contiene 300 milligrammi di magnesio ogni 100 grammi che agisce sul sistema nervoso e riduce l’irritabilità.

Il cioccolato è un antidepressivo naturale

Gli effetti benefici del cioccolato, ottimo anche come snack a metà mattina, sono dunque assicurati in particolare da quello fondente o da quello extrafondente. Ma bisogna leggere l’etichetta e controllare che la percentuale del cacao sia superiore al 45%. E fare attenzione anche all’ aggiunta di zuccheri che aumentano il potere calorico ed al latte.

Quello al latte solitamente è preferito soprattutto dai bambini. Non ha particolari controindicazioni. Rispetto al fondente però ha una ridotta presenza di flavonoidi. Quindi un minore potere antiossidante. 10 milligrammi per 100 grammi di cioccolato al latte contro i 50/60 milligrammi per il fondente, nullo per il cioccolato bianco. Quest’ultimo è infatti privo di cacao perché viene prodotto con il burro di cacao, zucchero e derivati del latte.

Si comprende dunque quanto sia importante abituare i bambini fin da piccoli al sapore un po’ più amaro del fondente.

Il cioccolato: un buon amico del cuore

I flavonoidi presenti nella pianta di cacao, soprattutto epicatechina, hanno un’azione benefica sulle fibre muscolari, comprese quelle del cuore. Consentono alle arterie ed ai vasi sanguigni di mantenersi in forma. Svolgono quindi un effetto cardioprotettivo e permettono la riduzione dell’insorgenza di infarti ed ictus.

http://www.megliosapere.info/2010/02/cioccolato-proprieta-benefici/

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Le virtù del cioccolato ultima modifica: 2017-04-17T07:15:35+00:00 da Rossana Nardacci

Commenti