Oggi è uno di quei giorni che i fan di Mina non dovrebbero dimenticare! E’ arrivato il nuovo disco di Mina: Maeba, prodotto dal figlio della Tigre di Cremona Massimiliano Pani. Mina non ha davvero bisogno di presentazioni: è una delle grandi voci femminili italiane, che ha incantato tantissime generazioni con le sue interpretazioni e che ancora oggi esercita quel fascino di diva irraggiungibile.

Mina con Adriano Celentano, suo compagno di dischi
Mina con Adriano Celentano, suo compagno di dischi

Maeba, un disco alieno

Prima ancora dell’ascolto, la prima cosa che colpisce di un disco è l’artwork. In Maeba Mina si presenta in versione aliena, con la tintarella color latte, come già qualcuno ha potuto vedere nel teaser del Festival di Sanremo. Non una apparizione in carne e ossa, ma un ologramma. Un’aliena dal cranio allungato, una trovata che non ha colpito tutti piacevolmente. Il fascino di Mina risiede anche in questa continua negazione col suo pubblico dai tempi del mitico spettacolo “Bussoladomani 78″.

Mina con Lucio Battisti
Mina con Lucio Battisti

Colomba o principessa?

Maeba in sesotho, una lingua del Sud Africa, significa colomba. Mentre nella cultura polinesiana è una principessa il cui amore verso un pescatore è ostacolato dal padre. Quello che per tutti è sicuro è che Maeba è il 74mo disco in studio. Ed esce due giorni prima del suo 78mo compleanno. 10 tracce inedite e due cover. Nel disco figurano importanti collaborazioni, come quelle con Paolo Conte, Boosta, Franco Serafini, Andrea Mingardi e le postume con Paolo Limiti e Giorgio Calabrese. Le due cover sono una versione di Last Christmas degli Wham e di Heartbreak Hotel di Elvis Presley. La voce di Mina è di cui sentiamo il bisogno: ammaliante, calda e raffinata, in grado di accompagnarci in viaggi e visioni.

Mina nel 1974: una diva dal fascino indiscutibile
Mina nel 1974: una diva dal fascino indiscutibile

Volevo scriverti da tanto

Forse qualcuno di voi ha ascoltato in radio Volevo scriverti da tanto anticipato già da alcune settimane. Si legge sul sito di Mina: È una di quelle ballad melodiche che colpiscono al primo ascolto per l’emozione che suscitano e l’atmosfera che sanno creare: una di quelle canzoni che hanno bisogno di una grande interprete per esprimersi in tutta la loro pienezza. Un testo che è una lettera dedicata a qualcuno che forse non avrà l’occasione di leggerla. Parole che forse non arriveranno mai al nostro interlocutore, ma che ci permetteranno di riappacificarci con noi stesse. E se anche voi state passando delle notti troppi lunghe, questa è la musica che fa per voi.

Lucia Vazzoler

Autore: Lucia Vazzoler

Letteratura, teatro e radio. E tanta musica. Questi gli interessi che giorno dopo giorno arricchiscono la mia valigia. Vengo dalla provincia veneta, ora vivo a Trieste e lavoro a Radio Fragola.

Maeba, una nuova toccante emozione interpretata da Mina ultima modifica: 2018-03-23T14:30:34+00:00 da Lucia Vazzoler

Commenti