Sabato 11 dicembre, alle 15.00, nelle sale del Mauto di Torino (il Museo Nazionale dell’Automobile) è stato proiettato il documentario “Il coraggio di andare oltre”. Un documentario indipendente, che intende celebrare un orgoglio tutto italiano: il centenario di Moto Guzzi. E che, in programma lunedì 13 al Cinema Sivori di Genova, è frutto della collaborazione con il Veteran Car Club di Torino.

Cosa sappiamo su “Il coraggio di andare oltre”

“Il coraggio di andare oltre” è un documentario celebrativo, conclusione degna di un anno ricco di festeggiamenti. Nel 2021, infatti, Moto Guzzi ha festeggiato i suoi cent’anni. L’ha fatto in forma ridotta, nel pieno di un’emergenza sanitaria che ha spinto l’azienda ad una decisione: festeggiare anche nel 2022. Del resto, l’Aquila di Mandello del Lario ha fatto la storia dell’Italia. E ripercorrere i suoi cent’anni significa ripercorrere cent’anni del nostro Paese. Nato da un’idea di Massimo Zavaglia e Bruno Nava, scritto da Laura Motta, “Il coraggio di andare oltre” porta la firma di Maurizio Pavone. Realizzato con qualche difficoltà nel 2020, vanta il patrocinio del Comune di Milano. Perché il titolo della pellicola? Perché i fondatori di Moto Guzzi sono stati intraprendenti e determinati, e hanno avuto il coraggio di andare oltre. Oltre i limiti, le convenzioni, la tradizione.

Progetto artistico senza scopo di lucro e privo di pubblicità, i protagonisti de “Il coraggio di andare oltre” hanno recitato e lavorato a titolo gratuito, offrendo il loro tempo e le loro competenze. Anzi: gli eventuali proventi della distribuzione del docufilm saranno devoluti in beneficenza all’Associazione “Le Vele” Onlus di Pioltello, in provincia di Milano. Un’associazione che risponde ai bisogni emergenti di accoglienza e di sostegno alle famiglie fragili, per tutelare il benessere dei figli.

La storia di Moto Guzzi

Azienda italiana di motociclette, Moto Guzzi è stata fondata nel 1921 da Carlo Guzzi e Giorgio Parodi a Mandello del Lario (comune lombardo affacciato sulla sponda orientale del lago di Como). Dalla nascita ad oggi, ha prodotto e commercializzato oltre cinquanta modelli. A cominciare dai suoi best-seller: moto e motorini con motori bicilindrici a V di novanta gradi. La prima moto prodotta fu la GP 500, proprio nel 1921. Meno di quindici anni dopo, nel 1934, Moto Guzzi era il maggiore produttore di motociclette in Italia. Un crescendo arrivato fino ad oggi, e cominciato dalle intuizioni di Carlo Guzzi detto “Taj”. Che, appassionato di motori, scelse di costruire una nuova motocicletta una volta finita la I Guerra Mondiale, insieme ai piloti Giovanni Ravelli e Giorgio Parodi.

Il coraggio di andare oltre - La Norge GT 500
La Norge GT 500 è stata la prima Gran Turismo di MotoGuzzi protagonista del raid a Capo Nord compiuto nel 1928 da Giuseppe Guzzi – Foto tratta dalla pagina Facebook di Moto Guzzi

Tra le avventure di Moto Guzzi rimaste nella storia, il raid a Capo Nord. Il fratello maggiore di Carlo, Giuseppe Guzzi, nell’estate del 1928 compì un’impresa incredibile. Una sorta di “apripista” al pellegrinaggio che – ogni anno – vede migliaia di motociclisti dirigersi verso il circolo polare artico. A bordo della sua Moto Guzzi Norge, Giuseppe detto “Naco” conquistò Capo Nord. Consegnando così Moto Guzzi alla storia.

Foto in evidenza tratta dalla pagina Facebook di Moto Guzzi

Moto Guzzi festeggia i suoi 100 anni con il docufilm “Il coraggio di andare oltre” ultima modifica: 2021-12-17T09:51:36+01:00 da Laura Alberti

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x