notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

L’arte non ha confini e arriva ovunque soprattutto se vuole trasmettere un messaggio solidale. Abbiamo parlato anche noi nei giorni scorsi del grande boom mediatico attorno alla modella armena, Armine Harutyunyan, scelta di recente da Gucci. “Colpevole” secondo numerosi haters sui social di non rispettare i classici canonici di bellezza. Ma proprio questo l’ha fatta apprezzare e notare ancora di più tanto da essere ritratta in un murales alla periferia di Napoli.

Il murales di Raffo art
L’artista napoletano che ha ritratto la modella

Un murales realizzato da Raffo art

L’autore del murales con il volto della ventitreenne modella armena è un noto writer napoletano Raffo art. Ha scelto una zona alla periferia di Napoli Ponticelli per lanciare con la sua arte e il suo murales un messaggio preciso. Armato delle sue coloratissime bombolette spray ha ritratto il volto della modella. E rimarcando proprio quelle caratteristiche che contraddistinguono Armine Harutyunyan, come le sue folte sopracciglia e il suo naso pronunciato, e i lineamenti tipici della sua etnia. Superando così con un’arma straordinaria, l’arte, gli insulti e le critiche rivolti alla giovane modella.

Le parole del writer autore del murales

Ecco il potere all’arte dove arriva – ha raccontato Raffo art davanti al suo murales – da una piccola periferia di Napoli il disegno è arrivato direttamente a lei sui social. Perché l’arte non ha confine”. E infatti la modella Armine Harutyunyan, attraverso instagram ha commentato il murales ringraziando il suo autore “Thanks for magic”. L’arte, quindi, come ha detto l’artista napoletano dimostra ancora una volta che unisce tutti,  coprendo e appianando distanze fisiche e sociali. “C’è un solo tipo di successo – ha scritto sulla sua pagina Facebook Raffo Art – quello di fare della propria vita ciò che si desidera. GUCCI” .

Armine Harutyunyan la modella di Gucci ritratta nel murales di Raffo art
Un’immagine della modella armena

La modella al centro delle critiche

Ciò che è accaduto ad Armine Harutyunyan è stato considerato da molti come una scelta di marketing ben precisa da parte della casa di alta moda. Infatti è stato sicuramente un modo per far parlare di Gucci e delle sue collezioni. Ma allo stesso tempo voler mostrare la normalità della bellezza, provando a scardinare certi paradigmi a cui siamo abituati da troppo tempo. Modelle alte, belle e soprattutto magrissime. Ma ciò che si è scatenato sui social, con gli insulti e le critiche alla modella, lascia l’amaro in bocca. Infatti si è anche parlato di body shaming, cioè della mania di deridere una persona e il suo corpo proprio attraverso i social. E ciò che è successo alla modella armena ne è la dimostrazione. Lei intervistata da molte tv, ha raccontato tanti particolari sulla sua vita e sul suo lavoro.

“È stato come un sogno che si avvera – ha raccontato in un’intervista -, a cui, stranamente, non ho mai nemmeno pensato. Tutto è avvenuto in modo inaspettato e nel luogo più inaspettato che si possa immaginare.

La modella Armine
La modella protagonista del murales di Raffo art

Ero a Berlino per il concerto della mia band preferita e una mattina, passeggiando per la città, sono stata avvicinata da uno scout della moda, che mi ha chiesto di scattare una foto e scambiare contatti. Un mese dopo quell’incontro, lo scout mi informa che la mia foto è stata inviata a Gucci e che vogliono vedermi al casting per partecipare alla loro sfilata. Onestamente, i miei sentimenti erano contrastanti, perché ero sia felice che un po’ confusa. Non potevo credere che sarei diventata parte di un marchio che amo molto”. Il successo è indubbiamente arrivato. E chissà se molte altre donne che non corrispondono ai tradizionali canoni di bellezza non possano avere lo stesso successo. L’esempio di Armine è destinato a fare storia.

Un murales per Armine, la modella più discussa del momento ultima modifica: 2020-09-05T14:52:30+02:00 da Federica Puglisi

Commenti