notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il lungomare di Genova cambierà aspetto grazie al progetto di Renzo Piano. Questi ridisegnerà l’intera area dell’ex Fiera, proponendo un approccio green in grado di strizzare l’occhio al futuro, che dovrà necessariamente tener conto delle necessità del nostro pianeta. In merito si è espresso il sindaco Marco Bucci, che ha spiegato come il progetto comprenda anche un’area totalmente verde, che sarà denominata “Parco della Foce”.

Nello specifico il Waterfront di Levante prevede i seguenti elementi, al fine di “restituire il mare ai cittadini”:

  • parco urbano
  • nuova darsena
  • residenze
  • uffici
  • studentato
  • retail
  • apart-hotels
  • Palasport

Genova, area green sul lungomare

Il “Parco della Foce” è uno degli elementi più importanti del progetto. Un nuovo polmone verde per Genova e, al tempo stesso, un’area comune per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Si estenderà per una superficie totale di 65mila metri quadri. Volendo analizzare ciò da un punto di vista pratico, andrà dalla parte iniziale di Corso Italia fino a Forte Stella – piazzale Kennedy (incluso). Al suo interno vi saranno 4mila alberi, circa.

Waterfront Genova
Waterfront Genova

Bucci si è detto entusiasta per l’iniziativa, sottolineando come Genova avrà il record della parte verde e non solo un punto ecosostenibile. Il primo cittadino si è espresso nel corso del Salone Nautico, che si è concluso il 21 settembre scorso. Ha promesso che in occasione dell’edizione 2022 della manifestazione saranno terminati i lavori per i canali. Differente il discorso per quanto concerne gli edifici. La costruzione in questo caso terminerà nel 2023. Occorre volgere lo sguardo, invece, al 2024 per quanto concerne la Torre Piloti e la Casa della Vela.

Lungomare di Genova, altri progetti

Il piano è alquanto vasto e intende tendere una mano ai cittadini sotto svariati punti di vista. Verranno realizzato i due progetti del parcheggio di piazzale Kennedy, interrato a un piano con capacità tra 1000 e 1200 auto. Spazio anche all’ascensore che da Carignano e corso Aurelio Saffi permetterà di scendere fino al livello del nuovo Parco della Foce. Previsto inoltre un ostello per gli studenti e un albergo. Un modo per rendere questo luogo vivibile tutto l’anno e a qualsiasi ora.

Genova - Canale porto
Genova – Canale porto

L’opera sarà sviluppata da RPBW e OBR, sfruttando un’area di circa 115mila metri quadri. L’idea di fondo è quella di procedere a una trasformazione del retro del porto, rendendolo un fronte urbano sul mare. Si riconnettono, così, levante e ponente, Corso Italia e Porto Antico, città e mare.

I vari lotti

L’approccio segue la strategia “Nearly Zero Energy Building”, che si basa sulla sinergia delle componenti naturali che compongono l’area. In questo caso: mare, sole e vento. Il tutto privilegiando fonti rinnovabili.

Genova - Lotti Waterfront
Genova – Lotti Waterfront

Vi sarà una divisione in lotti, che seguirà il seguente schema:

  • Lotto 1: restauro del Palasport, oggi inagibile. Sarà omologato Coni, così da restituire la serie A di tutti gli sport indoor e, al tempo stesso, accogliere grandi eventi, concerti e spettacoli di vario genere;
  • Lotto 2: studentato e residence-hotel
  • Lotto 3: spazi comuni (15mila metri quadrati)
  • Lotto 4: edificio terziario
  • Lotto 5: Boulevard alberato

Fonte fotografie: Genova progetto Waterfront – Fonte: Comune di Genova

Genova, cos’è il Waterfront: progetto green di Renzo Piano ultima modifica: 2021-10-02T12:30:00+02:00 da Luca Incoronato

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x