notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ormai è ufficiale: Procida sarà la Capitale italiana della Cultura 2022. Ad annunciarlo è stato il ministro del MIBACT, Dario Franceschini, che ha letto il responso della giuria presieduta da Stefano Baia Curioni. Il Collegio Romano, riunitosi il 14 e 15 gennaio scorso ha infatti decretato che il progetto “La cultura non Isola”, del comune di Procida (isola a poche centinaia di metri da Napoli) fosse il più meritevole tra i dieci progetti finalisti. Grande gioia da parte del sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino, che vede la vittoria di Procida come «un’occasione unica per la città e per l’intero territorio». Soddisfatto anche il ministro Dario Franceschini che ha commentato così la nomina della piccola isola nel napoletano: «Viva Procida che ci accompagnerà nell’anno della rinascita».

Procida Capitale italiana della cultura 2022: la rivincita dei piccoli centri

Il dossier “La cultura non Isola” di Procida è incentrato sul dualismo dell’isola, che allontana e unisce allo stesso tempo. Come si legge sul sito web ufficiale del comitato Procida Capitale italiana della cultura 2022: «L’isola è regno di doppi: apertura/chiusura, accoglienza/esclusione, libertà/reclusione, legame/distanza. Dualità identitarie che svilupperemo nei principi e nel programma culturale di Procida Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2021, accogliendo l’opportunità dell’isola come prospettiva privilegiata per sperimentare le contraddizioni continue, l’eterna battaglia tra il senso di appartenenza e il bisogno di dichiarare la propria differenza». I 44 progetti previsti dal dossier si svilupperanno nei 330 giorni di programmazione. Inoltre saranno coinvolti 240 artisti, verranno esposte 40 opere originali e rigenerati 8 spazi culturali.

La scelta di Procida come nuova Capitale non era affatto scontata. Il piccolo borgo ha vinto tra le 27 città in (molte delle quali più grandi) e i propri dossier. Le altre nove finaliste erano Ancona, Bari, Cervetri (Roma), L’Aquila, Pieve di Soligno (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania (Verbano-Cusio-Ossola) e Volterra (Pisa). Procida sarà quindi l’undicesima Capitale italiana della Cultura, successore di Parma. Quest’ultima, Capitale del 2020 rimarrà in carica anche per il 2021 a causa delle restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19. La vittoria di Procida può essere considerata come la rivincita dei tanti piccoli borghi italiani, incantevoli, ma con poca visibilità. Si spera che questa nomina possa aprire la strada a tanti altri centri minori che, come Procida, hanno tanto da dare, non solo a livello turistico, ma anche culturale.

Procida Capitale italiana della cultura 2022: l’annuncio ufficiale ultima modifica: 2021-01-19T09:00:00+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x