notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Tutto il mondo attende e spera in un rimedio efficace per sconfiggere il coronavirus SARS-CoV-2, responsabile del Covid-19. Ricercatori del CNR hanno scoperto che esiste una sostanza presente in natura, la quercitina, in grado di destabilizzare e impedire la replicazione del virus stesso.

Il grande lavoro della ricerca scientifica

I laboratori scientifici di tutto il mondo sono al lavoro da mesi per poter sconfiggere il coronavirus SARS-CoV-2, che ha dato vita al Covid-19. Si sta cercando in ogni modo possibile di realizzare un rimedio farmacologico in grado di combattere il “mostro” che ci sta tenendo prigionieri in questo 2020. I risultati fino ad ora ottenuti sono promettenti e sicuramente a breve sarà disponibile un vaccino, in grado di fermare la pandemia.

quercitina - particolare di pianta con fiore del cappero

Sappiamo quanto gli scienziati e i ricercatori stiano lavorando in modo compatto guardando al medesimo risultato. È avvenuto così per altri virus, batteri e malattie, che se non sconfitte in modo radicale, hanno ricevuto un freno, li dove è possibile e consentito l’accesso alle cure mediche. Il progresso scientifico e tecnologico ha fatto passi da gigante e il benessere dell’uomo è dovuto in gran parte alle soluzioni e ai rimedi trovati dalla scienza. Un grande lavoro al servizio di tutti.

La quercitina, le sue proprietà scoperte da ricercatori italiani

Accanto alla ricerca del vaccino, si muovono studi che esplorano la natura e analizzano gli effetti delle molecole naturali sul Covid – 19. In quest’ottica emerge una nuova scoperta, realizzata da uno studio internazionale a cui partecipa anche l’Istituto di nanotecnologia del Cnr. Pubblicato sull’International journal of biological macromolecules, lo studio, afferma che una molecola di origine vegetale, la quercitina, funziona come inibitore specifico per SARS-CoV-2.

scienziato al lavoro al suo computer per studiare la quercitina

A questo risultato è arrivato il gruppo di ricerca condotto da Bruno Rizzuti, dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Cosenza in collaborazione con i ricercatori di Zaragoza e Madrid. La quercitina ha un effetto destabilizzante sulla 3CLpro, una delle proteine fondamentali per la replicazione del virus. Rizzuti afferma che “Le simulazioni al calcolatore hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente nel sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione”. Un risultato che va oltre le aspettative e veramente sorprendente.

La quercitina una molecola naturale e facilmente disponibile

La quercitina  secondo Rizzuti è al momento ai livelli “dei migliori antivirali a disposizione contro il coronavirus”. La cosa sorprendente è la facilità di reperimento di questa sostanza. È presente in abbondanza in tantissimi vegetali di uso comune come la cipolla rossa, il radicchio, e i capperi. Ha proprietà anti-infiammatorie, anti-ossidanti, anti-allergiche. È tollerata perfettamente dall’uomo. Inoltre può essere riprodotta e modificata in laboratorio con molta facilità, per ottenere molecole ancora più potenti. Essendo presente in natura non ha necessità di brevetto: è accessibile a tutti. Sicuramente per sconfiggere il Covid -19 servirà un vaccino ma, sicuramente la quercitina è una delle molecole più promettenti.

un piatto con la cipolla ricca di quercitina, molecola che blocca il covid -19

E pensare che un elemento presente in natura e di cui tutti ci cibiamo possa essere utile per sconfiggere il virus è ancora più incoraggiante. Questo risultato ha stuzzicato l’immaginario dei produttori di prodotti agricoli italiani. Cipolla, radicchio e capperi fanno parte dei tanti alimenti alla base della dieta mediterranea e sapere che non solo sono buoni ma, possono anche essere utili per la nostra salute, soprattutto in questo momento ha un vantaggio in più. E così i produttori di capperi, cipolla rossa e radicchio, stanno già facendo un plauso alla ricerca scientifica. Dalla natura e dalla terra un grande aiuto e i nostri ricercatori ci danno un motivo in più per essere orgogliosi di essere italiani.

Quercitina: può davvero fermare il Covid-19? ultima modifica: 2020-09-08T09:00:00+02:00 da Gianna Maione

Commenti