È stato indetto un nuovo sciopero nazionale treni per il fine settimana del 6 e 7 luglio 2024. Le sigle sindacali autonome hanno organizzato una protesta nazionale di 24 ore che coinvolgerà il personale del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (Fs).L’astensione avrà inizio alle ore 21 di sabato 6 luglio e terminerà alle ore 21 di domenica 7 luglio, come riportato nella comunicazione ufficiale di Fs. La nota avverte inoltre che l’agitazione sindacale potrebbe causare modifiche al servizio sia prima dell’inizio che dopo la conclusione dello sciopero.

Sciopero nazionale treni luglio: disagi previsti e diritti dei viaggiatori

I viaggiatori che hanno intenzione di annullare il loro viaggio a causa dello sciopero annunciato possono avvalersi della possibilità di richiedere il rimborso. Tale richiesta può essere effettuata a partire dalla comunicazione dell’astensione sindacale fino all’ora di partenza del treno prenotato, nel caso dei treni Intercity e Frecce.

Per i treni Regionali, invece, è possibile richiedere il rimborso fino alle ore 23:59 del giorno antecedente alla data prevista per lo sciopero.

Leggi anche:

In alternativa alla richiesta di rimborso, i viaggiatori hanno la possibilità di riprogrammare il proprio viaggio a condizioni di trasporto simili, in base alla disponibilità dei posti sui treni alternativi messi a disposizione.

Per quanto riguarda informazioni aggiornate sui collegamenti e assistenza, è consigliabile utilizzare l’app ufficiale di Trenitalia, contattare il numero verde gratuito 800 89 20 21 o recarsi direttamente presso le biglietterie presenti sul territorio nazionale.

Reazioni e Critiche

Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, ha espresso forte preoccupazione per le conseguenze dello sciopero annunciato, sottolineando l’importanza di garantire il rispetto delle normative vigenti.

Dona ha richiesto al Garante degli scioperi di verificare attentamente se siano stati rispettati i requisiti legali, compreso l’obbligo di preavviso di almeno 10 giorni previsto dalla legge.

Leggi anche:

In particolare, ha criticato il fatto che i consumatori siano informati dell’astensione con troppo poco anticipo. Soprattutto considerando il periodo estivo, durante il quale molte persone sono in vacanza.

Questo episodio mette in luce la necessità di una comunicazione efficiente e proattiva da parte delle autorità e delle aziende coinvolte, al fine di mitigare gli inconvenienti e minimizzare il disagio per i viaggiatori.

Sciopero nazionale treni luglio: cosa succede con lo stop del 6 e del 7 ultima modifica: 2024-07-05T07:06:00+02:00 da Cristina Gatto

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x