notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Alberi di Natale giganti nelle grandi città, letterine a Babbo Natale, case addobbate con luci e festoni. E poi tanto cibo e ricette ricche di buoni prodotti. Sono tante le tradizioni natalizie all’estero. Alcune sono simili alle nostre, altre invece sono uniche e legate a ciò che viene tramandato da generazioni. E allora vi raccontiamo di qualche tradizione natalizia in alcuni paesi del mondo, sperando che un giorno, finita l’emergenza sanitaria, si possa tornare a vivere queste esperienze in giro per il mondo.

Tradizioni natalizie in America

Iniziamo questo viaggio alla scoperta delle tradizioni natalizie dall’America e in particolare dagli Stati Uniti. In tanti abbiamo sognato di vivere queste settimane ammirando le bellissime strade di New York abbellite con colori e luci natalizie. I grandi negozi, gli alberi di Natale nei grandi palazzi. Tradizionalmente le atmosfere natalizie iniziano dopo il “Black Friday” di fine novembre con i super sconti per un giorno nei negozi. E poi come da tradizione in ogni casa i bambini preparano la “Mince Pie” per lasciare qualcosa da mangiare a Babbo Natale che la notte del 24 raggiunge con la sua renna ogni casa.

tradizioni natalizie all'estero, i mercatini
I tipici mercatini del Natale

Poi siccome le temperature in alcune parti dell’America sono calde, come la California, Babbo Natale arriva con il surf e la festa è in spiaggia. E poi le gare nei quartieri tra gli addobbi delle case più belli, tra i canti natalizi e melodie tradizionali cantate per le strade in questo periodo. A Labrador City, in Canada, la gara della casa meglio decorata, tra luci e la presenza di statue di ghiaccio in giardino. In Nova Scotia si mangiano aragosta e frutti di mare. E a Boston l’albero di Natale gigante. In Quebec la caratteristica parata di Santa Claus di Montreal.

Nella calda Africa arriva un Natale speciale, ecco le tradizioni natalizie

Le tradizioni natalizie ci sono anche in Africa. Qui ad esempio le festività coincidono con il periodo della raccolta del cacao e i lavoratori tornano a casa per stare in famiglia. In Nigeria le ragazze visitano le case della zona ballando e cantando con i tamburi in base alle tradizioni della loro etnia. Alberi di Natale caratteristici della zona ma diversi da quelli che noi tutti conosciamo: vengono intrecciate le foglie di palma disposte a formare un arco con fiori bianchi. Feste in spiaggia nel caldo Sud Africa. E il giorno di Natale ci si scambiano in dono cibi e piatti tipici.

addobbi città
Gli addobbi per le strade delle città americane

In America latina

Regali per i bambini e dolci tipici anche in America latina. La cena della Vigilia, in Venezuela, è a base di tamales e pan de jamon: per il venezuelano mangiare questo pane è simbolo di abbondanza. Festa anche in Argentina e fuochi d’artificio nelle città brasiliane dove si festeggia la Vigilia (“ceia de Natal“) e il pranzo (“almoço de Natal“) e chi porta i regali è “Papai Noel”. Tra i piatti tipici il tacchino, il prosciutto o il baccalà, il salame, il panettone e il bolo de Natal. E in Cile si mangia il dolce tradizionale del Natale cileno il Pan de Pascua.

Le tradizioni nei paesi europei

Il nostro viaggio continua toccando i paesi europei. Nel Regno Unito la tradizioni vuole che i bambini scrivano le numerose lettere a babbo Natale. Un modo originale per chiedere i regali che vorrebbero trovare sotto l’albero. A depositare i pacchettini sotto l’albero sarà “Father Christmas”, l’equivalente britannico di Babbo Natale, accompagnato dalla renna Rudolph. E per Babbo Natale si preparano dei dolci come in America, il mince pie accompagnato dal latte. Pranzo in famiglia, poi il giorno di Natale. Viene preparato come tradizione il Tacchino, Christmas Pudding e Christmas cake. E poi nel tardo pomeriggio “l’afternoon thè” a base di biscotti preparati per l’occasione.

le insegne dei mercatini
Le belle atmosfere natalizie nei paesi europei

Addobbi, tra luci e colori, anche in Germania e i bellissimi mercatini di Natale, che si possono visitare da novembre. E poi arriva il Nikolaustag. Nella notte del 5 dicembre i bambini lasciano le proprie scarpe sul davanzale o fuori dal portone di casa. Arriverà San Nicola per portare caramelle e ramoscelli di legno, in base al comportamento dei bambini. Il menu tipico del giorno di Natale vede le famiglie preparare piatti a base di oca arrosto e carpa di Natale.

E ancora

Tradizioni antiche anche in Polonia. Oltre agli addobbi e ai piatti di cibo tipico, e l’usanza dei “kolędnicy”. Un gruppo di persone di varie età, spesso vestite da personaggi biblici bussano nelle case recitano, cantano. In Ungheria l’albero viene addobbato con tipiche caramelle rivestite di carta colorata (szaloncukor), noci dorate, candele, fiocchi. Tra i cibi preferiti quelli a base di pesce, tipici dolci natalizi come il “bejgli” alle noci o ai semi di papavero. Mercatini davvero particolari si possono visitare in Austria. E poi tre giovedì prima del Natale si girano le case cantando il “Glöcklerlied“ ricevendo in cambio noci e mandarini per i più piccoli e una bevanda alcolica per gli adulti.

I bambini sotto l'albero tra i regali
I bambini aspettano l’arrivo di Babbo Natale che consegnerà i doni

In questo viaggio immaginario tra le più belle tradizioni natalizie c’è anche spazio alla preghiera e ai momenti da trascorrere nelle chiese, soprattutto nei Paesi cattolici. E anche nelle città dove il Natale è solo un momento di consumismo e di sfarzo, è comunque il periodo più bello atteso dalle famiglie e dai bambini, dove si vive la magia di un tempo unico dell’anno.

Le tradizioni natalizie all’estero, ecco come si festeggia in giro per il mondo ultima modifica: 2021-12-14T09:00:00+01:00 da Federica Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x