notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

A pochi km da Maratea, sorge in provincia di Potenza un piccolo borgo immerso nel verde dei boschi e dei suoi giardini. Trecchina è un vero paradiso verde caratterizzato da un paesaggio suggestivo e un incantevole profumo di tiglio. Una piccola perla incastonata nella cornice di un dolce paesaggio appenninico.

Il Castello e il Piano di Trecchina

Anche solo se di passaggio, Trecchina colpisce al primo sguardo. Antico centro lucano, è rinomato per la ricchezza non solo paesaggistica ma anche storica e folkloristica. Il borgo è diviso in due nuclei: il “Castello” e il “Piano”. Il primo è l’antico borgo medioevale circondato da alberi di castagno e dove è presente appunto il Palazzo Baronale. Il Piano invece è l’attuale centro abitato armonicamente complementare al Castello dove spicca Piazza del Popolo, gioiello e palcoscenico naturale della vita trecchinese. Tutto intorno palazzi di stile liberty che si affacciano sul viale Jequiè. Ogni abitazione è adornata da giardini che in estate vedono al loro interno alternarsi eventi artistico-culturali. Tra queste costruzioni spiccano l’ex Palazzo Scarpitta e il Palazzo Mainone.

veduta del castello di Trecchina – fonte fotografia: Luke18389 – Opera propria, CC BY-SA 3.0

Dal mare alla montagna

Il borgo è adagiato su uno sperono roccioso incastonato tra montagne ricoperte di boschi cedui all’altezza di 500 metri sul mare. Nel territorio ci sono alcune cime montuose: Monte Coccovello, monte Crivo, monte Serra Pollino e monte Messina. Dalla cima del Monte Serra Pollino (Santa Maria) è possibile ammirare durante le limpide giornate il comprensorio delle Isole Eolie e buona parte del litorale dell’alto Tirreno cosentino.

Fortificato da tre torri, Trecchina è caratterizzata da finestre, loggiati sormontati da archi, balconi adorni di gerani e mentuccia che si aprono su un dedalo di viuzze che si inerpicano dal vallone fino al punto più alto. In pochi chilometri quadrati la varietà paesaggistica è incredibile: mare, colline e monti. Dalla piazza proseguendo verso la costa è possibile ammirare lo straordinario scenario dei monti dell’Appennino che si tuffano nel mare e la continuità di spiagge, calette, gole, anfratti, grotte, rocce e falesie, cui fanno da contorno piccolissime isolette, scogli e secche. Uno spettacolo naturalistico imperdibile che rende Trecchina ancora più affascinante.

La chiesa di San Michele Arcangelo

Nella suggestiva piazza del Popolo è presente anche la chiesa di San Michele Arcangelo. Edificata con le offerte dei fedeli fra il 1840 e il 1878, è una fra le chiese più grandi della Basilicata. Nei pressi è presente la chiesa di Sant’Antonio, costruita nei primi anni del XVIII secolo ad uso privato e in seguito sconsacrata. Venne utilizzata anche come edificio scolastico, ma la credenza che fosse infestata dal demonio che intendeva appropriarsi della cappella fece nascere l’esigenza di esorcizzarla. Nel 1925 vennero riprese le funzioni religiose.

Fonte fotografia in evidenza Velvet, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Trecchina, paradiso verde della Basilicata ultima modifica: 2021-08-22T09:30:00+02:00 da Claudio Cafarelli

Commenti

Subscribe
Notificami
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x