In una conferenza stampa a “ruota libera” come lui stesso l’ha definita, oggi Pantaleo Corvino, direttore sportivo del Lecce, ha parlato del petardo di Vicenza.

Queste le parole del DS dei giallorossi: “Condanniamo qualsiasi forma di violenza, sottolineo ogni forma, anche un petardo. Gioire con un petardo è una forma che condanniamo, anche se buttato sotto una transenna fuori dal terreno di gioco, non per nuocere. Anche se siamo abituati a convivere da anni in ogni stadio con i petardi.

Poi il passaggio sulle polemiche relative al video che tanto ha fatto discutere: “Vogliamo escludere qualsiasi congettura, convinto che non ci possa essere stata alcuna congettura da parte di steward e Vicenza. Conoscendo la storia del Vicenza ci tengo ad escludere qualsiasi congettura.”

Poi la chiosa: “Il Lecce stava dominando la gara. Si è condannato il petardo e nessuno ha parlato invece di chi ha peccato di lealtà sportiva. Quando sarà accertato il tifoso andrà condannato. Dopo aver visto le immagini dico che è stata una pagliacciata ai danni di una città che avrebbe dovuto gioire. È stata una gara alterata. Abbiamo visto come si è accasciato al suolo questo tesserato, accompagnandosi con mani e piedi e poi mettendo un collare. Poi abbiamo visto un altro tesserato cadere facendo credere di essere stato colpito. Abbiamo condannato il petardo, non chi pecca di lealtà. Io non ho mai peccato di lealtà, come non lo ha mai fatto il Vicenza o lo steward. Chiediamo che venga aperta un’inchiesta”.

Vicenza, Corvino ci va pesante: “che pagliacciata, chiediamo un’inchiesta” ultima modifica: 2022-05-03T12:24:30+02:00 da Antonio Murrone

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x