Sette aprile 1948, nasce l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Forse mai come nell’ultimo biennio questo organismo delle Nazioni Unite, specializzato per le questioni sanitarie, è entrato nella nostra quotidianità travolta dalla pandemia del Coronavirus. Nei suoi 74 anni di attività l’OMS ha lavorato, secondo quanto riporta nel suo atto costitutivo, per il “Raggiungimento, da parte di tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute”. Un obiettivo che non significa solo l’assenza di malattie ma anche il benessere fisico, mentale e sociale. L’impegno dell’Organizzazione è volto quindi a far fronte anche al problema della fame nel mondo, al miglioramento delle condizioni abitative e igieniche, alla garanzia che le condizioni di lavoro siano sempre accettabili. Negli anni l’OMS si è trovata ad affrontare e ad operare in un sistema sempre più complesso e in continuo cambiamento. Comunque presente sulle attualità più difficili da un punto di vista sanitario.

Organizzazione Mondiale della Sanità - logo OMS

Lo conferma la guerra in Ucraina. Dopo l’invasione da parte della Russia, l’Oms ha inviato 81 tonnellate di rifornimenti per le strutture sanitarie della regione. Comunque una goccia in un mare di drammaticità. Per Mike Rya, esperto dell’OMS e a capo del programma per le emergenze sanitarie, “Mandare scorte agli ospedali è grandioso. Ma è come mettere delle bende su delle ferite mortali… In Ucraina ci sono un migliaio di strutture sanitarie di diversa misura, policlinici, ospedali o altre entità sulle linee del fronte, od entro 10 km da queste. Il sistema sanitario viene inghiottito in questa crisi”. Le drammatiche immagini e notizie che arrivano dall’Ucraina confermano quotidianamente tutto questo.

Il 7 aprile è anche la Giornata Mondiale della Salute

Se il suo compleanno è oggi, in realtà l’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization, WHO) è stata fondata nel 1946 subito dopo la nascita dell’Onu. Il 7 aprile 1948 è la data in cui effettivamente è entrata in vigore. E per questo oggi, 7 aprile, è anche la Giornata Mondiale della Salute.

Organizzazione Mondiale della Sanità - giornata mondiale della salute

L’OMS è un organismo di indirizzo e coordinamento in materia di salute all’interno del sistema delle Nazioni Unite. Svolge le sue attività e persegue i suoi obiettivi grazie a tre organi principali. Il Segretariato, composto dal direttore generale (attualmente l’etiope Tedros Adhanom Ghebreyesu) e dal personale tecnico e amministrativo dell’organizzazione. L’Assemblea Mondiale, di cui fanno parte i 194 Stati membri e che ha sede a Ginevra. Il Consiglio Esecutivo che ha il compito di attuare le politiche definite dall’Assemblea. Ci sono poi sei uffici regionali in Europa, Americhe, Africa, Mediterraneo orientale, Pacifico occidentale e Sud-est asiatico.

Organizzazione Mondiale della Sanità - sede OMS Ginevra
La sede dell’Organizzazione Mondiale della Sanità a Ginevra (Forget / Wikimedia Commons CC BY-SA 4.0)

Fra i risultati principali raggiunti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, in questi suoi 74 anni di attività, va ricordata l’eradicazione del vaiolo. E’ la prima e unica malattia infettiva completamente eliminata, grazie ai vaccini e al monitoraggio dei focolai della malattia. L’attività dell’OMS ha contributo a eliminare, al 99 per cento, anche la poliomelite grazie al vaccino di Albert Sabin. E a ridurre drasticamente importanti infezioni quali la difterite, il morbillo, la parotite, la rosolia, il tetano, la pertosse. Rilevanti i più recenti interventi dell’OMS sui fronti dell’Aids, di Ebola, della malaria.

L’OMS in prima linea per la salute: fisica, mentale e sociale

E’ competenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità anche lo studio e la prevenzione relativi a abitudini e comportamenti dannosi per la salute. Che possono provocare, per esempio, particolari forme tumorali e malattie del sistema cardiocircolatorio. Un esempio per tutti, la politica di contrasto al fumo, approvata dall’Assemblea Mondiale della Sanità nel 2003 e immediatamente sottoscritta dall’Italia.

OMS pandemia
(crediti foto: Fb World Health Organization)

A oltre vent’anni dalla sua nascita, nel 1969 l’OMS ha adottato il Regolamento Sanitario Internazionale, un insieme di regole e procedure per gestire la sanità globale. E garantire la massima sicurezza contro la diffusione internazionale delle malattie. Queste regole nel 2007 sono state allargate affinché la loro attuazione riguardi anche patologie quali le pandemie da Sars e le nuove, sempre più numerose, forme di influenza. Un fronte, è quasi inutile ricordarlo, che negli ultimi due anni è diventato fra le principali emergenze dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

I 74 anni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ultima modifica: 2022-04-07T11:33:00+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x